Top e Flop di Inter-Shakhtar Donetsk: Lukaku non c’è! Eriksen “risponde”

Articolo di
10 Dicembre 2020, 08:57
Romelu Lukaku Fiorentina-Inter Romelu Lukaku
Condividi questo articolo

Inter-Shakhtar Donetsk si è chiusa sul risultato di 0-0, con conseguente eliminazione dei nerazzurri dalla Champions League. Gli ucraini approdano invece in Europa League. La squadra di Conte si rende pericolosa in un paio di occasioni, ma non dimostra mai la grinta necessaria a compiere l’impresa. Lukaku è la brutta copia di se stesso mentre Eriksen fa un buonissimo ingresso in campo. Scopriamo di seguito i “Top e Flop” della sfida nell’apposita rubrica.

I TOP DELL’INTER: SKRINIAR LUCIDO E ATTENTO, ERIKSEN PIMPANTE E DETERMINATO

SKRINIAR – È attento e lucido per tutta la partita. Non concede praticamente nulla all’avversario, utilizza i tempi giusti ed è pulito negli interventi. Lo slovacco è ordinato anche in fase di impostazione, cerca di gestire bene la palla e a volte sforna qualche buon cross.

ERIKSEN – Fa il suo ingresso in campo all’85’, quanto basta per dimostrare che forse avrebbe meritato qualche minuto in più. Il danese si dimostra subito determinato a far bene, grintoso e pericoloso. Prende palla, prova il tiro ed è protagonista di due azioni pericolose: prima batte l’angolo che porta al colpo di testa di Sanchez, respinto goffamente dalla testa di Lukaku e in seguito impegna Trubin con un tiro dal limite. Una bella risposta alle tante critiche e alla poca fiducia.

I FLOP DELL’INTER: LUKAKU BRUTTA COPIA DI SE STESSO, GAGLIARDINI STERILE, YOUNG QUASI DANNOSO

LUKAKU – Nelle partite che contano tutti si aspettano che sia lui a togliere le castagne dal fuoco, ma stasera non ci riesce. L’impegno non manca, soprattutto nel primo tempo, ma la determinazione non è la stessa di sempre. Il belga è più molle e distratto del solito, si rende davvero pericoloso solo in un’occasione, su un tiro di testa magistralmente parato dal giovane portiere ucraino. Sul finire di partita crea anche un danno, respingendo goffamente un quasi gol di Sanchez.

GAGLIARDINI – Uno degli uomini di fiducia di Conte stasera stecca completamente la partita. Non riesce a far bene in nessuna delle due fasi, si vede veramente poco e gioca una partita sterile.

YOUNG – Così come nella sfida contro il Borussia Monchengladbach, anche stasera l’inglese risulta appannato. Non riesce a spingere molto e nemmeno a rendersi pericoloso. Rischia tantissimo in un’occasione perdendo palla e permettendo allo Shakhtar di arrivare in porta.

Oltre ai Top e Flop, clicca qui per leggere le nostre pagelle al termine di Inter-Shakhtar Donetsk.




© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.