FocusMatch

Top e Flop di Inter-Getafe: podio a 3, Bastoni illuminante! Due più nascosti

Inter-Getafe ha certificato l’ottimo momento della squadra di Conte, che approda ai quarti di finale di Europa League, dove affronterà la vincente di Bayer Leverkusen-Glasgow Rangers. I nerazzurri non offrono un grande spettacolo tecnico, ma vincono in maniera “sporca”, proprio come aveva chiesto il tecnico leccese (vedi analisi tattica). Scopriamo i “Top e Flop” della sfida nell’apposita rubrica

I TOP DELL’INTER: Bastoni illuminante, Handanovic saracinesca. Lukaku decisivo

BASTONI – Il giovanissimo difensore è ormai pedina fissa dell’Inter di Antonio Conte, che preferisce rinunciare a Milan Skriniar. Il numero 95 nerazzurro gioca una gara di sostanza e qualità contro il Getafe, smorzando l’iniziale predominio spagnolo con un lancio che taglia la difesa avversaria e raggiunge Lukaku. Il belga fa il resto, aprendo le marcature. Bastoni dà il via anche all’azione del 2-0 siglato da Christian Eriksen. Illuminante.

HANDANOVIC – Il numero 1 sloveno ha un buon feeling con i rigori in Europa League. Su un totale di quattro tiri dal dischetto affrontati, ne ha parati tre. E ieri, sul rigore calciato fuori da Jorge Molina (vedi moviola), aveva intuito l’angolino giusto. Da segnalare due grandi interventi, uno per tempo, che hanno tenuto al sicuro il risultato. Saracinesca.

LUKAKU – Impossibile non menzionare l’uomo più determinante dell’Inter: 30 gol in stagione e un peso, non solo fisico, oltremisura. Lukaku mette a segno il gol che tira fuori la squadra da un momento di difficoltà e lo fa utilizzando il fisico e la forza. Enorme e costante lavoro in campo, come sua abitudine. Unica pecca: il gol fallito a porta vuota. Decisivo.

I FLOP DELL’INTER: BROZOVIC POCO LUCIDO, YOUNG PIÙ BASSI CHE ALTI

BROZOVIC – Osservato speciale del Getafe, il croato prova a imporsi con personalità ma soffre la fisicità e l’aggressività degli avversari. Non entra mai nel vivo del gioco, non si fa vedere abbastanza e finisce per non ingranare. Conte lo sostituisce all’82’ con Eriksen e l’Inter blinda risultato e passaggio del turno.

YOUNG – L’esterno inglese ci ha abituato a grandi prestazioni intervallate a prove meno convincenti: quella contro il Getafe rientra nella seconda categoria. Young si vede poco sulla fascia sinistra, soffrendo la fisicità degli avversari. Prova a dare il suo contributo, senza tuttavia incidere. Un po’ di stanchezza ci può stare.

Oltre ai Top e Flop, clicca qui per leggere le nostre pagelle al termine di Inter-Getafe

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh