Top e Flop di Inter-Bologna: Lautaro Martinez in alto mare! Altri 2 bocciati

Articolo di
5 Luglio 2020, 20:54
Lautaro Martinez rigore Inter-Juventus
Condividi questo articolo

Inter-Bologna si è chiusa con una sconfitta dei nerazzurri, giunta in modo incredibile e dopo aver tenuto il vantaggio fino al 74′. Gli uomini di Conte giocano un buon primo tempo ma vanno in affanno nel secondo sprecando occasioni da gol condite da una serie di errori di superficialità e poca concentrazione. Di seguito i “Top e Flop” della sfida nell’apposita rubrica

I TOP DELL’INTER 

SI SALVI CHI PUÒ – Parlare di Top dopo una partita per metà dominata e persa in modo così banale e assurdo sarebbe quantomeno fuori luogo. Si potrebbe al massimo parlare di meno peggio, ma l’andazzo del match non ce lo permette. La squadra, dopo un primo tempo dominato, finisce la benzina, va in affanno ed è preda di panico ed amnesie che portano ad errori determinanti ai fini del risultato. La bocciatura è corale, allenatore compreso.

I FLOP DELL’INTER

SPRECO, LIMITI E OSSESSIONEInter-Bologna, come abbiamo già detto in precedenza, è stata una pessima prova di squadra ma tra tutti sono tre i nomi che spiccano nei nostri Flop: Alexis Sanchez, Roberto Gagliardini e Lautaro Martinez.

SANCHEZ – Il cileno parte dalla panchina dopo l’ottima prova contro il Brescia subentrando al 75′ a uno spento Christian Eriksen. L’ingresso in campo è subito da penna rossa per il sanguinoso pallone perso che porta poi al vantaggio del Bologna, siglato da Musa Barrow. Inoltre Sanchez spreca due grosse occasioni per pareggiare il risultato. Passo indietro.

GAGLIARDINI – Ennesima prova insufficiente e superficiale per il centrocampista ex Atalanta. Tanti errori e un liscio letale in occasione dell’1-1 del Bologna. Inoltre, sulla ribattuta del rigore sbagliato da Lautaro Martinez (vedi moviola), non riesce a replicare in rete. Poco freddo e limitato.

LAUTARO MARTINEZ – Il gol sta diventando un’ossessione per l’argentino. Nel primo tempo gioca anche bene, ma davanti alla porta si dimostra poco lucido e soprattutto molto nervoso. La voglia e la grinta non mancano, ma la tranquillità mentale sì. L’ex Racing è sotto pressione e la dimostrazione arriva al 62′, quando scaraventa addosso a Lukasz Skorupski il rigore del possibile 2-0 nerazzurro. In alto mare.

Oltre ai Top e Flop, clicca qui per leggere le nostre pagelle al termine di Inter-Bologna


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE