Spalletti a ITV: “Inter in debito con i tifosi! I nuovi vanno aiutati. Chiedo…”

Articolo di
25 agosto 2018, 15:27
Spalletti Inter TV

Luciano Spalletti – prima della conferenza stampa della vigilia -, intervistato da “Inter TV”, risponde alle domande dei tifosi dell’Inter in vista della partita di domani sera a San Siro contro il Torino

VINCERE PER I TIFOSI – L’Inter è chiamata a reagire davanti ai suoi tifosi dopo il passo falso di Reggio Emilia, Luciano Spalletti sottolinea il lavoro fatto in quest’ottica dalla sua squadra: «E’ stata una settimana importante in conseguenza della sconfitta subita nella prima di campionato. Penso che poi l’etica del comportamento di arrivare sempre a dare il massimo in allenamento sia la migliore medicina per prepararsi alla partita successiva e la squadra ha fatto tutto quello che doveva fare, compreso il pensiero di avere sempre una finestra aperta verso i nostri tifosi, con i quali noi dobbiamo sempre sentirci in debito e metterci nelle condizioni di dimostrare loro sempre qualcosa di più. Noi siamo sempre in debito con i tifosi dell’Inter, che sono sempre in credito con noi. Dobbiamo sapere che il loro supporto non ci mancherà mai e riuscire a determinare qualcosa in più di quello che è il possibile del calcio giocato normale, fatto di schemi alla lavagna e di discorsi, perché loro meritano sempre quel qualcosa in più».

OSTACOLO TORINO – «Le partite sono tutte difficili, nel nostro campionato si sono rinforzate tutte le squadre. Il Torino, per tradizione, è sempre stata una squadra che lotta forte e duro su ogni pallone: è una caratteristica di questa squadra, che si è potuta leggere nel trascorso degli anni, per cui mi aspetto un partita dura e difficile, in cui bisognerà essere pronti o, perlomeno, portare dentro la gara tutta quella personalità e quella determinazione, sia nel gioco pulito sia nel gioco sporco. In cui noi dobbiamo essere bravi a indirizzare la partita ed essere disponibili poi ad andare anche più in là di quelle che sono le situazioni del calcio giocato, perché ci sarà da lottare forte».

VECCHI IN AIUTO AI NUOVI – «Tutti i calciatori devono caricarsi di quelle responsabilità e convinzioni che ci vorranno per portare a casa il risultato. Chiaro, se poi mi chiedete a chi dare qualcosa di più come carico e peso, il pensiero va a quei calciatori dello scorso anno che hanno più conoscenze e possono poi, tramite il percorso fatto, concedere qualche insegnamento ai compagni nuovi, che possono poi essere in sintonia con quello che è il nostro obiettivo, quindi le nostre ricerche».







ALTRE NOTIZIE