Miranda come Icardi: Spalletti deve cambiare (di nuovo) l’Inter

Articolo di
13 febbraio 2018, 23:32
Luciano Spalletti Inter-Fiorentina

Dopo la vittoria contro il Bologna, l’Inter deve tornare a vincere anche in trasferta e l’occasione giusta si presenta sabato sera a Genova: lo spauracchio Genoa è tutt’altro che avversario comodo, inoltre Spalletti dovrà modificare forzatamente il proprio undici titolare, scegliendo un’Inter per certi versi innovativa

MIRANDA VA KO – Gli esami strumentali a cui si è sottoposto Joao Miranda hanno evidenziato lo stesso tipo di infortunio di Mauro Icardi, rimasto fermo nelle ultime due giornate e pronto a tornare – salvo problemi dell’ultima ora – sabato sera nella partita contro il Genoa, che dunque non vedrà in campo il centrale difensivo brasiliano. Le scelte di Luciano Spalletti sono praticamente obbligate in difesa: fuori Miranda, dentro Lisandro Lopez, a meno che l’argentino non dia forfait per i postumi dell’intervento di Adam Masina in Inter-Bologna. All’occorrenza Andrea Ranocchia è pronto ad affiancare Milan Skriniar, unica certezza stagionale nel pacchetto arretrato.

BROZOVIC OUT? – Confermata la difesa a quattro con Samir Handanovic in porta, Joao Cancelo a destra e Danilo D’Ambrosio a sinistra (anche se le sue condizioni sono da valutare, più Davide Santon che Dalbert in alternativa), le modifiche sono attese da centrocampo in su. Va verso la bocciatura Marcelo Brozovic, ma al momento Rafinha non garantisce ancora più di un tempo di gioco, pertanto potrebbe tornare tra i titolari Roberto Gagliardini, che farebbe filtro per Matias Vecino e libererebbe Borja Valero, entrambi apparsi in netto calo nelle ultime uscite.

SE TORNA ICARDI – In avanti, invece, sperando nel ritorno dal primo minuti di capitan Icardi, a preoccupare è Ivan Perisic, che ha giocato l’ultimo spezzone di partita con un infortunio alla spalla e potrebbe essere costretto a riposare contro il Genoa per non danneggiare ulteriormente l’articolazione. Con o senza Perisic, la candidatura di Eder avanza dopo le due ultime prestazioni condite da altrettanti gol, pertanto a rischiare il posto è nuovamente Antonio Candreva, che si vede superare nelle gerarchie dall’eccellente Yann Karamoh osservato domenica pomeriggio a San Siro, dove a deciso la partita con un gran gol e convincendo tutti per quantità e qualità delle giocate. Comunque vada, in Genoa-Inter si prospetta un undici titolare mai visto: un’Inter nuova.







ALTRE NOTIZIE