Lugano avversario da non sottovalutare, Inter col 4-2-3-1 – CdS

Articolo di
14 luglio 2018, 11:14

Il “Corriere dello Sport” sottolinea le insidie dell’amichevole dell’Inter contro il Lugano, squadra più avanti nella preparazione. Spalletti giocherà col 4-2-3-1.

PRIMA AMICHEVOLE – L’Inter priva di Icardi fa subito sul serio. Se in passato i nerazzurri per la prima uscita stagionale avevano affrontato selezioni di dilettanti, il test di stasera allo stadio Cornaredo di Lugano (ore 20; diret- ta su Inter Tv e inter.it) metterà di fronte ad Handanovic e compagni la formazione locale iscritta alla Super League svizzera che ha iniziato la preparazione il 19 giugno e che tra 8 giorni esordirà in campionato contro il Sion, avversario degli uomini di Spalletti giovedì.

FORMAZIONE – Per l’Inter, dunque, non sarà una passeggiata considerato che la squadra lavorerà anche stamani e che molti dei giocatori saranno appesantiti. Il tecnico toscano partirà con il 4-2-3-1 e ruoterà tutti gli uomini eccezion fatta per il capitano che sta meglio (ieri ha lavorato con i compagni), ma al 99% non sarà rischiato. A Lugano comunque ci sarà e magari prima del match svolgerà una seduta individuale. Capitolo formazione: c’è curiosità per l’esordio di Nainggolan, autore anche ieri di un gran gol e un vero mastino in fase di pressing, ma occhi puntati anche su de Vrij, Politano e Lautaro Martinez.

PRESENZA NUTRITA DI TIFO – L’amichevole è stata organizzata per i 110 anni delle due società. Lo stadio Cor-naredo, che ha una capienza tra i 6.500 e i 7.000 posti (una parte in piedi), presenterà un ottimo colpo d’occhio visto che ieri i biglietti venduti erano oltre 4.000. Lo scorso anno il Lugano ha chiuso ottavo, mentre la stagione precedente, con il terzo posto, aveva conquistato la qualificazione all’Europa.






ALTRE NOTIZIE