Giampaolo: “Inter forte e più riposata di noi. Poco tempo per prepararla”

Articolo di
21 settembre 2018, 13:18

In attesa di Luciano Spalletti è andata in scena la conferenza stampa di Marco Giampaolo in vista dell’anticipo di domani sera tra Sampdoria e Inter con entrambe le squadre reduci da un impegno infrasettimanale.

PARTITA PERFETTA – «Bisogna recuperare le energie perché la gara di domani è molto impegnativa, tra virgolette è un appuntamento al buio e poi andremo che succede accendendo la luce. L’Inter ha avuto la possibilità di recuperare un giorno in più e comunque, morfologicamente, è una squadra che dispone di un motore diverso dal nostro. Ma noi, se vogliamo fare una grande prestazione, dobbiamo per forza di cose recuperare anche perché non siamo abituati a giocare ogni tre giorni: attivarsi ogni tre giorni, oltre che creare problemi di natura fisica, è anche un attivarsi mentalmente in modo da poter proporre una prestazione ancora di alta intensità. Che si giochi contro una squadra forte è meglio da un punto di vista mentale, perché il livello di attenzione sale automaticamente. L’Inter è una squadra forte costruita per essere un’alternativa alla Juventus: i numeri di cui disponiamo ci dicono che è una squadra molto forte che primeggia in quasi tutti quelli che sono gli sviluppi dentro il campo. È mancata in qualche cosa però ha numeri molto importanti, è destinata a prendere la via giusta, il cammino giusto. Dubito che una squadra costruita per vincere, per competere, possa patire pressioni psicologiche. La Samp per poter essere competitiva deve fare una gara di alta intensità: adesso se riusciamo a recuperare tutte le energie possibili per poterla fare e se facciamo la partita perfetta, se capiamo le situazioni perché ieri non ci siamo allenati ma abbiamo recuperato e oggi farò la stessa cosa e domani la partita la prepareremo in sala video… non faccio niente sul campo perché i ragazzi hanno bisogno di recuperare quindi le strategie sono puramente teoriche e bisognerà essere bravi a fare tante cose, oltre che a recuperare… bisognerà fare la partita perfetta per avere chance di competere. Di tutte le altre cose non mi preoccupo: aspetti psicologici, squadra forte o in difficoltà che in campionato fa così così… l’Inter è una squadra forte e lo so. Non dimentichiamoci l’anno scorso (0-5 per l’Inter a Marassi ndr) dove eravamo in un buon momento dal punto di vista mentale ma non siamo neanche entrati in campo perché poi le squadre che hanno numeri ribadiscono e adesso hanno anche entusiasmo perché in Champions League erano sotto di un gol e hanno ribaltato la partita. Dobbiamo pedalare e parecchio e magari fare tante altre cose insieme a pedalare. Non dimenticherei l’apporto che arriverà dal nostro pubblico, che può fare sempre la differenza a nostro favore. La formazione? Qualche dubbio ce l’ho, siamo in alto mare: aspetto l’allenamento di oggi e anche quello di domani per capire chi giocherà. Caprari? Ha numeri, qualità, ma ha bisogno di continuità: spero di potergliela dire, ma solitamente i nostri attaccanti giocano tutti, le chance non mancheranno».

Condividi questo articolo

Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer





ALTRE NOTIZIE