Di Vaio a MP: “Dobbiamo mettere pressione all’Inter”

Articolo di
11 febbraio 2018, 14:32
di vaio

Il club manager del Bologna Marco Di Vaio ha parlato ai microfoni di Mediaset Premium pochi minuti prima del calcio d’inizio della partita del Meazza che vedrà i felsinei impegnati contro l’Inter

INTER FERITA- “Dobbiamo mettergli pressione, anche noi veniamo da un momento non facile. Abbiamo la volontà di portare via punti a una grande squadra, sappiamo che è un’occasione da giocare a viso aperto contro una squadra molto forte anche senza Icardi, con grandi giocatori, che saranno concentrati visto il momento difficile. Bisogna avere la sfrontatezza di giocarcela a viso aperto”.

L’INTER SU VERDI?- “Simone sta recuperando, ha avuto un infortunio e ci dispiace. Quello che scrivono i giornali ci interessa, ha fatto una scelta importante di cui si è discusso troppo, siamo molto contenti che sia rimasto con noi, questo darà forza e convinzione al gruppo ed è la cosa che ci interessa di più, fare bene fino alla fine del campionato perché vogliamo continuare e crescere a cominciare da oggi”.

LE PAROLE DI DONADONI- “Il Mister si riferiva a quello che riusciamo a trasferire sul campo, alla squadra non si può fare nessun appunto, si allena bene, con voglia e disciplina, a volte è mancata la personalità di voler portare a casa i tre punti il Mister si riferiva a questo, come a domenica scorsa, non riusciamo a portare sulla partita quanto fatto in settimana in allenamento”.

LE CONDIZIONI DI DESTRO- “Lui ha qualcosa in più e il Mister lo ha sottolineato, nella stagione ci sono momenti diversi e partite in cui l’allenatore fa delle scelte. Mattia fa parte del gruppo, preferisco pensare a livello di gruppo se vogliamo raggiungere qualcosa in alto, avrà la possibilità anche in partita in corso di essere determinate perché ha grandi qualità. Non c’è un problema Destro, il Mister ha tante opzioni e ha scelto per questa formazione ma siamo sicuri che Mattia ci potrà dare una grande mano, ma tutti assieme dobbiamo pensare di migliorare come gruppo per fare qualcosa di più”.







ALTRE NOTIZIE