De Zerbi: “Con l’Inter non puoi difenderti e basta, proveremo a farle male”

Articolo di
19 agosto 2018, 14:31
Roberto De Zerbi

Nel corso della conferenza stampa di presentazione della sfida di questa sera contro l’Inter il tecnico Roberto De Zerbi ha parlato anche dell’importanza della fase difensiva aggiungendo però che il Sassuolo non si chiuderà.

PARTITA ATTENTA – Dopo aver sfiorato la Serie B col Foggia perdendo la finale dei play-off di Lega Pro contro il Pisa De Zerbi ha allenato nel massimo campionato prima il Palermo e poi il Benevento (in entrambi i casi da subentrato) mettendosi in evidenza per un calcio particolarmente votato alla fase offensiva. Il Sassuolo ha deciso di affidare a lui la propria panchina nella speranza che possa riprendere il progetto iniziato da Eusebio Di Francesco dopo i risultati non certo esaltanti ottenuti durante la scorsa stagione con Cristian Bucchi prima e Giuseppe Iachini poi; queste le sue dichiarazioni sul match di questa sera del Mapei Stadium di Reggio Emilia contro l’Inter: «Noi siamo prontissimi; così come Spalletti ha detto che loro sono pronti, noi pure. Dobbiamo fare una partita attenta perché riconosciamo il valore dell’avversario ma anche una partita con l’ambizione di poter far male all’Inter ma non perché è l’Inter ma perché quando entriamo in campo ci deve essere sempre la voglia e lo spirito di andare oltre anche quelli che sono i valori delle due squadre. Di solito quando si affrontano queste squadre è molto importante la fase difensiva però sono dell’avviso che se ti difendi solo prima o poi il campione la giocata te la fa quindi sì, cercheremo di difenderci in maniera organizzata e rabbiosa però altrettanto deve essere organizzata e rabbiosa la fase offensiva perché abbiamo la fortuna di avere dei calciatori che possono mettere in difficoltà tutti. Di volta in volta varieremo il sistema tattico in base all’avversario mantenendo però la stessa voglia di fare la partita».







ALTRE NOTIZIE