Bologna-Inter: dubbio trequarti. Spalletti sceglie la spalla di Perisic – GdS

Articolo di
30 agosto 2018, 08:05
Perisic

“La Gazzetta dello Sport” ci riporta i dubbi che in questi giorni affliggono il tecnico dell’Inter Luciano Spalletti. Tanti nomi sulla trequarti, l’Inter ora deve saper pescare bene nel mazzo.

BALLOTTAGGIO TREQUARTI – Per cambiare marcia alla sua Inter, Luciano Spalletti ha deciso di lavorare sulla trequarti. Di fatto, con una difesa a tre, c’è un posto in più che si libera a centrocampo. Spalletti, ora, deve solo pescare (e bene) nel mazzo delle possibilità nerazzurre: da Radja Nainggolan a Ivan Perisic, da Keita Baldé a Matteo Politano, passando per Lautaro Martinez. Vediamone ora le caratteristiche, iniziando dai due pilastri della trequarti nerazzurra.

INTOCCABILE – Perisic non è ancora al massimo della condizione, ma ha già offerto la più alta prestazione sulla trequarti. Assistman, con quella palla al bacio per Mauro Icardi in Sassuolo-Inter che chi se la scorda più; Bomber, come contro il Torino quando al 6′ infila Salvatore Sirigu e per poco non s’inventa pure il colpo del 3-2. Ma il 3-4-2-1 voluto da Spalletti porta il croato a giocare più lontano dalla porta. E, se è vero che molto spesso a partita in corso si spegne, Perisic è sempre capace d’inventarsi qualcosa di magico. Qualcosa che potrebbe ribaltare le sorti del match. Per Spalletti, è lui la prima opzione.

UNICO – Nainggolan è temperamento, capacità di saltare l’avversario e personalità. Quella personalità che all’Inter di Spalletti è mancata nei primi due match di Serie A. Sul piano tecnico, il Ninja aggiunge alla squadra la capacità d’inserimento in zona gol, magari a rimorchio della punta quando il pallone dall’esterno arriva a centro area. Con Nainggolan dal 1′, Spalletti e l’Inter non potranno che ruotare attorno a lui. Salvo sorprese, si riparte proprio dalla coppia Nainggolan-Perisic dietro Icardi, anche se le opzioni a disposizione sono tante.







ALTRE NOTIZIE