Asamoah e de Vrij sulle orme di Cambiasso, Figo e Pandev – GdS

Articolo di
6 ottobre 2018, 10:51
Asamoah

De Vrij e Asamoah sono gli ultimi arrivi in casa Inter a parametro zero. La “Gazzetta dello Sport” ripercorre gli altri arrivi in nerazzurro con la stessa formula.

TRADIZIONE A ZERO – Asamoah e de Vrij sono gli ultimi colpi a zero dell’Inter, che in merito ha una certa tradizione. I free agent, come li chiamano negli Stati uniti, esistono nel calcio dalla sentenza Bosman del 1995, che oltre a eliminare i limiti per gli stranieri comunitari permetteva ai giocatori di liberarsi gratis e firmare con una nuova squadra a fine contratto. Aron Winter nell’estate 1996 fu l’apripista, ma non ripeté in nerazzurro le grandi annate laziali. Dopo Emre, Okan e Karagounis arrivò una vera e propria esplosione di «parametri zero» nell’estate del 2004: il più clamoroso pareva Davids, il più deludente fu Zé Maria. Mihajlovic e Favalli si rivelarono innesti importanti ma oscurati, col senno di poi, da Esteban Cambiasso. Il Cuchu arrivato a zero avrebbe scritto pagine di storia dell’Inter. Inarrivabile, a livello di risultati, anche se l’estate successiva lo superò, come prestigio «singolo», Luis Figo. Arrivava dal Real Madrid, si sarebbe ritirato all’Inter, dopo 4 scudetti. Nel gennaio 2010, dopo una lunga battaglia legale con la Lazio, Pandev si inserì «libero» nella squadra che avrebbe vinto il Triplete e poi il Mondiale per club (con un suo gol in finale).

RECENTE DELUDENTE – La storia dei giocatori arrivati a zero sembrava un susseguirsi di successi, ma in realtà il filone si sarebbe esaurito col macedone. Castellazzi, Andreolli, Campagnaro, Vidic, Banega e Padelli sono i nomi degli svincolati più recenti: nessuno ha davvero lasciato il segno. Nemanja e Ever sono stati i tonfi più clamorosi.

Asamoah e de Vrij in due mesi hanno fatto capire che l’incantesimo è spezzato. Inseritisi già ad agosto a pieno regime, fanno registrare una costanza di rendimento superiore alle attese. Il tutto a costo zero, o quasi. Già, perché il cartellino non è stato pagato nulla, ma per portarli a Milano è servito garantir loro un ingaggio importante: Asamoah ha firmato fino al 2021 per 3 milioni a stagione (alla Juve ne prendeva 2), de Vrij un quinquennale da 3,8 l’anno.Asamoah e de Vrij sulle orme di Cambiasso, Figo e Pandev – GdS

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE