Le pagelle di Atalanta-Inter: Handanovic mostro, Murillo shock

Articolo di
16 gennaio 2016, 17:29
handanovic

Valutiamo la prestazione dei nerazzurri contro l’Atalanta con le pagelle. Grandissima prova per Samir Handanovic che salva l’Inter con interventi straordinari. Male molti nerazzurri: Murillo è disastroso, ma Guarin e Medel giocano male a centrocampo

MIGLIORE IN CAMPO

Handanovic

HANDANOVIC

7,5

PEGGIORE IN CAMPO

murillo

MURILLO

4,5

 

HANDANOVIC

7,5

La sua prova è assolutamente straordinaria anche oggi. Salva l’Inter con interventi fantastici, su tutti la parata in estensione con i piedi sul tiro a botta sicura di Cigarini. In questo momento difficile, è il valore aggiunto dell’Inter.
D’AMBROSIO

5

Dramè lo salta puntualmente e non riesce mai a contenere Gomez. Manca la qualità in attacco, sia nei cross che nei passaggi. Male anche nella difesa a tre da centrale: si perde Monachello puntualmente.
MIRANDA

6

E’ l’unico a salvarsi nella difesa nerazzurra. Puntuale in chiusura, sfrutta la sua forza fisica per cercare di arginare gli attacchi avversari. E’ sempre concentrato e difficilmente viene saltato: di testa è una roccia.
MURILLO

4,5

Pessima gara per il centrale colombiano. L’autogol è grave e ne indica ancora i limiti, ma in generale sbanda numerose volte in tutto il match. Momento da dimenticare dopo l’errore contro il Sassuolo: deve tornare in sé al più presto.
TELLES

5

Brutta gara per il terzino brasiliano. Va puntualmente in difficoltà in chiusura e sbaglia tantissimi palloni in uscita, anche semplici. La qualità sembra scomparsa così come l’utilità alla squadra.
BIABIANY

5

Non riesce a entrare bene in partita. Sbaglia molto tecnicamente e spesso è irruento e ingenuo. Non un buono spezzone per l’attaccante esterno.
GUARIN

5

Al centro delle voci di mercato, gioca decisamente male contro l’Atalanta. Dal punto di vista tattico è un disastro, subendo le discese di Dramè. In avanti si schiaccia risultando inutile, a centrocampo non aiuta mai.
PERISIC

6

Entra con la benedizione di Mancini cercando di cambiare l’incontro. Salta qualche avversario e mette delle palle interessanti al centro, ma spesso è troppo impreciso.
MEDEL

5

Sembra inadatto a fare il regista davanti alla difesa. Non riesce a dare fluidità alla manovra e spesso mette in difficoltà i compagni. In ritardo anche in fase difensiva, sbaglia qualche chiusura.
BROZOVIC

5,5

Parte bene con grande dinamismo, ma cala alla lunga perdendo troppi palloni a centrocampo. Mette spesso confusione e porta troppo la sfera: dovrebbe avere una gestione più tranquilla delle varie situazioni di gioco.
LJAJIC

5,5

Porta spesso palla cercando di creare pericoli, ma è poco incisivo. Ljajic a tratti risulta imprendibile, ma, pur scartando avversari, non accelera il gioco e fa riposizionare la difesa. Grande qualità, ma c’è bisogno di maggiore concretezza.
JOVETIC

5,5

L’intesa con Icardi sta crescendo, prova ne è l’azione terminata con l’autogol di Toloi, ma non è ancora il miglior Jovetic. Sbaglia qualche pallone, ma protegge bene le sfere e fa salire la squadra. Bisogna rivederlo in coppia con l’argentino.
PALACIO

5,5

Non riesce a sfruttare un’ottima palla in profondità di Brozovic. Si segnala per qualche movimento, non dal punto di vista pratico.
ICARDI

6

Nel primo tempo è uno dei migliori: estremamente utile per far salire la squadra, ottimo nelle combinazioni. Da una sua grande iniziativa nasce l’autogol avversario, ma cala vistosamente nella ripresa.
MANCINI

5,5

Non è un momento semplice per la sua Inter: alcuni singoli sono calati vistosamente, ma manca soprattutto qualità e concretezza alla squadra. La fase offensiva è una grande pecca a cui bisogna porre rimedio.
ATALANTA : Sportiello 6; Toloi 4,5, Masiello 6, Cherubin 6; Conti 7 (Bellini 6), Cigarini 6, De Roon 7, Kurtic 5,5 (82’ Migliaccio SV), Dramé 7; Monachello 6, Gomez 6,5 (85’ Diamanti SV). Allenatore: Reja 6,5.

 

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE