Milan-Inter, la moviola: sull’1-2 punizione invertita, VAR peggio di Guida

Articolo di
18 marzo 2019, 00:40
Marco Guida

Marco Guida è stato l’arbitro della partita Milan-Inter, valida per la ventottesima giornata di Serie A 2018-2019 e finita 2-3. Questa la valutazione della direzione di gara del fischietto della sezione di Torre Annunziata, dei suoi assistenti e degli addetti al VAR.

VOTO 5.5 – A Marco Guida tocca il derby come all’andata, lo gestisce abbastanza bene ma sbaglia alcune cose importanti. Nel primo tempo non c’è granché da segnalare, a parte qualche fischio rivedibile (come la punizione al 45′ sulla quale Ivan Perisic rischia l’autogol, che in realtà era per l’Inter), ma nella ripresa cominciano i problemi. Al 54′ chiede un rigore l’Inter per tocco di mano di Franck Kessié ma non può essere volontario (si colpisce di testa il braccio), al 58′ il Milan accorcia le distanze su una punizione per fallo di Milan Skriniar su Krzysztof Piatek, solo che pochi secondi prima c’era stato un intervento identico di Alessio Romagnoli su Lautaro Martinez non sanzionato: forse ha dato un vantaggio, ma con palla persa subito dopo è difficile ipotizzare una concretizzazione. Il rigore dato a Matteo Politano, per fallo di Samu Castillejo, avviene con leggero ritardo perché l’arbitro scivola, ma la decisione è giusta: da un replay si vede chiaramente come lo spagnolo agganci il piede del numero 16, esagerate le proteste del Milan. Il 2-3 è regolare, nonostante un fuorigioco di Piatek: non ostacola Danilo D’Ambrosio, che interviene per evitare il gol e non perché condizionato dal polacco, quindi la posizione è passiva. Manca un’ammonizione a Tiémoué Bakayoko e in generale sui cartellini dimostra più di qualche stranezza, come all’88’ quando espelle Andrea Conti per un duro intervento su Lautaro Martinez con entrambi i piedi: il VAR, ossia Gianpaolo Calvarese (in campo in Inter-SPAL…), lo manda all’on-field review perché ritiene non ci sia un intervento pericoloso e viene “depenalizzato” a giallo, ma era un fallo molto brutto e pericoloso tale da giustificare la vigoria sproporzionata, motivazione da rosso diretto. Chiaro errore? Mah…

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE