Joao croce e delizia: ottimo Cancelo, da incubo Mario – GdS

Articolo di
6 gennaio 2018, 08:23

Le pagelle dei protagonisti nerazzurri di Fiorentina-Inter: Joao Cancelo il migliore, da incubo invece Joao Mario

IL MIGLIORE – Cancelo, 7. Esperimento al Franchi: primo caso di campo con corsia preferenziale. Cancelo corre e nessuno si avvicina, manco ci fossero le telecamere a prendere la targa e fare la multa. Tanti bei cross dopo lunghe fughe. L’ennesima volata genera la punizione che lui stesso batte per il gol di Icardi”.

SPEZZA-SOGNI – Skriniar, 7. È l’orco delle favole. La A è piena di ragazzi che sognano di segnare, ma lui spezza ogni desiderio. O quasi: su Simeone non può fare nulla”.

SOLO NEL DESERTO – Icardi, 6.5. Passa 55’ a pregare che arrivi una palla decente e ci mette un attimo a trasformarla in gol, tra l’altro in precario equilibrio”.

DESAPARECIDO – Perisic, 5. Appare al 31’, ma non trova la porta di testa da pochi metri. Riappare con l’assist sprecato da Borja un’ora dopo. Molto lontano da livelli accettabili”.

TIMIDO – Gagliardini, 5. Non cerca mai la giocata. Capitava che il Gagliardini vero prendesse la palla e la portasse trenta metri più su: come Pogba, diceva Gasp. Ora non capita”.

IL PEGGIORE – Joao Mario, 4. Serata di primati mondiali: batte il record di passaggi all’indietro o orizzontali e quello di improperi ricevuti per una palla persa e non rincorsa. Il 10 che porta sulla maglia segnala l’inferiorità numerica virtuale a cui condanna i compagni. Non si tratta di giocare bene o male: solo di giocare”.







ALTRE NOTIZIE