Giampaolo: “L’Inter ha un altro motore, nel finale non avevamo più forza”

Articolo di
23 settembre 2018, 13:33

Marco Giampaolo, intervistato dal canale Youtube della Sampdoria, rimane convinto che i troppi impegni ravvicinati alla lunga abbiano condizionato la prestazione della sua squadra, non abituata a giocare con queste frequenza.

TROPPI IMPEGNI – «Questa è una sconfitta che non si digerisce perché alla squadra avevo chiesto di fare una prestazione sullo stesso livello dell’Inter sul piano delle pressione e delle responsabilità. Per giocarcela sullo stesso livello emozionale le sensazione che bisognava dare dovevano essere quella di equilibrio del risultato dando l’idea di potercela giocare sempre come una squadra forte. Temevo i novantacinque minuti perché sapevo che tre giorni di recupero sono pochi e perché non avevo alternative davanti e quindi sapevo che avrei dovuto far giocare tutta la partita a Defrel, Quagliarella e Ramirez. Il rischio era di arrivare corti però eravamo arrivati alla fine anche sapendo soffrire: nel primo tempo abbiamo fatto mezz’ora bellissima meglio dell’Inter con qualità e personalità ma non siamo riusciti a far gol. Temevo il trascinarci con fatica verso il 95′ e c’eravamo riusciti gestendo le cose anche con intelligenza e un po’ di mestiere ma non avevamo più la forza per ripartire e infatti dicevo ai miei di giocare palla addosso e di non lanciare in profondità gli attaccanti perché non ne avevano più, erano stati spremuti. Il gol di Brozovic? Purtroppo un calcio di punizione, una deviazione con la palla che non va fuori e la respinta che rimane lì tirano in porta e pigli gol… adesso le sensazioni sono miste: rabbia e consapevolezza di essere una squadra di rispetto ma la Samp non può giocare cinque partite in quindici giorni. Ho parlato con un collaboratore di Spalletti e lui mi diceva che abbiamo dei motori fuori giri, cioè loro hanno dei giocatori con un motore diverso e noi invece siamo una squadra più agile che non può reggere cinque partite in quindici giorni. La partita di recupero (Sampdoria-Fiorentina di mercoledì ndr) è stata inserita in un periodo sbagliato e mi dispiace perché se avessimo affrontato l’Inter puliti da scorie sono convinto che le avremmo dato del filo da torcere e mercoledì si torna subito in campo e c’è da recuperare energie fisiche e mentali e lì devi essere abituato ad accendere e spegnere il motore».

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE