Pagelle

Napoli-Inter, le pagelle: Dumfries 7 anche senza gol, de Vrij 4 e Calhanoglu quasi

Napoli-Inter è terminata 1-1. Il pareggio fa contenti tutti, visto l’approccio alla gara. Dzeko si riscatta con il gol, dopo che de Vrij complica tutto con il rigore. Bene soprattutto Dumfries, particolarmente male Calhanoglu. Di seguito le pagelle di Napoli-Inter

SAMIR HANDANOVIC 6 – La migliore giocata del suo primo tempo è il volo verso il pallone calciato da Insigne dagli undici metri. Che finisce in rete, però. Nella ripresa dice no sia a Osimhen con il piede sia a Elmas con il resto del corpo, tenendo a galla l’Inter.

Napoli-Inter, le pagelle dei difensori

MILAN SKRINIAR 5.5 – Senza Bastoni tutto il peso della difesa dovrebbe ricadere su di lui. Diciamo che non va esattamente come dovrebbe. La grinta è quella delle grandi occasioni, la precisione meno.

STEFAN DE VRIJ 4 – Osimhen lo umilia per 47′ nel primo tempo, al di là del pasticcio in occasione del rigore. E nella ripresa per poco la sua svirgolata non si trasforma in un assist proprio per Osimhen, che cede a Elmas l’occasione per riportare il Napoli in vantaggio. Il peggiore.

FEDERICO DIMARCO 6.5 – Non può fare meglio dell’assente Bastoni ma nemmeno peggio di questo de Vrij. E alla fine è proprio il meno peggio della difesa nerazzurra. Bravo in impostazione e tutto sommato attento in copertura. Fa senza dubbio più del previsto.

– Dal 91′ DANILO D’AMBROSIO SV – Entra nel recupero come se fosse l’attaccante a cui chiedere il gol-vittoria. Ma è pur sempre un difensore…

Napoli-Inter, le pagelle dei centrocampisti

DENZEL DUMFRIES 7 – L’unico a provare e trovare il modo di mettere in difficoltà il Napoli, puntando gli avversari e cercando la profondità. Nel primo tempo chiude troppo l’angolo quando potrebbe segnare l’1-1, mentre nella ripresa è quello che va più vicino all’1-2 perché è costantemente proiettato in attacco.

NICOLÒ BARELLA 6 – Corre, corre e ancora corre. Se si ferma, è perduto. Dopo l’1-1 pasticcia con Brozovic, nel finale di partita non ne ha oggettivamente più. Gli si chiede da tempo quel qualcosa in più per ottimizzare le sue prestazioni e non c’entrano nulla i gol, cercati disperatamente.

MARCELO BROZOVIC 6 – Si innervosisce immediatamente a causa del vantaggio del Napoli e dell’inconsistenza dell’Inter, ma ciò non aiuta. Anzi. A parte l’erroraccio in coppia con Barella, becca un’ammonizione evitabile. Ed era diffidato. Altra partita da compitino per chi dovrebbe fare la differenza.

HAKAN CALHANOGLU 4.5 – Cerca la giocata difficile nel cuore del centrocampo ma non è serata e si capisce subito. Mai pericoloso, nemmeno da fermo. E mai realmente nel vivo del gioco. Non un buon biglietto da visita in vista del Liverpool. Mezzo voto in più rispetto a de Vrij perché, a differenza dell’olandese, non fa danni che regalano gol al Napoli.

– Dall’84’ ARTURO VIDAL SV – Pochi minuti a disposizione per incidere.

IVAN PERISIC 6.5 – Primo tempo sotto tono rispetto alle ultime uscite ma non può essere colpa sua se Inzaghi non può dargli nemmeno un attimo di tregua. Nella ripresa torna a macinare chilometri sia in attacco sia in difesa, dando il giusto apporto alla squadra.

Napoli-Inter, le pagelle degli attaccanti

EDIN DZEKO 7 – Nel primo tempo non riesce a dare forza al pallone, nel secondo precisione ma non si fa ripetere due volte il regalo da parte di Di Lorenzo: per fortuna la traversa è solo interna, così arriva il pareggio. Il sacrificio viene pagato con un gol pesante che può risultare decisivo a fine stagione.

LAUTARO MARTINEZ 5 – Difficile quantificare la sua prestazione. Senza il bonus dei gol né quello degli assist, l’insufficienza è piena. Piena perché non può bastare lottare su ogni pallone come un difensore se poi i difensori veri ti annullano come attaccante.

– Dall’84’ ALEXIS SANCHEZ SV – Il calcio d’angolo più brutto della serata è opera sua. Comunque entra in campo troppo tardi, forse è anche umiliante per l’unico calciatore che avrebbe potuto cambiare l’inerzia di una partita simile.

Il voto all’allenatore dell’Inter

MASSIMILIANO FARRIS 5.5 – I cambi arrivano tardi, tardissimo. E non cambiano nulla. Se Inzaghi (squalificato e in tribuna, ndr) gli ha chiesto di non perdere, alla fine si può tornare a Milano soddisfatti. L’impressione, però, è che l’Inter non ha il coraggio di trovare la vittoria. Troppo impaurita, troppo rinunciataria. A un passo dalla sufficienza, anche se il punto in casa del Napoli oggi è un risultato positivo.

I voti degli avversari: il Napoli di Luciano Spalletti

NAPOLI: Ospina 6; Di Lorenzo 5.5, Rrahamani 6.5, Koulibaly 7, Mario Rui 6; Fabian Ruiz 6 (dal 74′ Anguissa 6), Lobotka 6.5; Politano 6.5 (dal 26′ Elmas 6), Zielinski 6.5 (dall’84’ Juan Jesus SV), L. Insigne 7 (dall’84’ Ounas SV); Osimhen 7 (dall’84’ Mertens SV). All. Spalletti 6

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh