PagellePrimo Piano

Lecce-Inter, pagelle: Dimarco il migliore pre-Dumfries, che è da 8! Gosens 5

Lecce-Inter termina 1-2. Il gol di Dumfries nel finale cambia tutto, anche i giudizi sui singoli. Da premiare solo la prestazione del mancino Dimarco, bene sia in difesa sia a centrocampo. Gosens sottotono ma non è l’unico. Di seguito le pagelle di Lecce-Inter in Serie A

SAMIR HANDANOVIC 6 – Spettatore nel primo tempo, spettatore sul diagonale Ceesay. Dà segni di ripresa sulla punizione di Bistrovic, con cui strappa la sufficienza.

Lecce-Inter, pagelle – DIFESA

MILAN SKRINIAR 5.5 – Si fa notare più come leader nel tranquillizare un Lautaro Martinez fin troppo nervoso che come muro difensivo. E infatti viene bruciato da Di Francesco nell’azione che porta al pareggio il Lecce. Indietro a livello di condizione ma sempre il più credibile a livello difensivo.

– Dall’88 JOAQUIN CORREA SV – La mossa disperata di Inzaghi, che chiude con un 4-2-1-3 assolutamente senza senso tattico.

STEFAN DE VRIJ 5.5 – Ancora troppo macchinoso nei movimenti. E si vede benissimo – anzi, malissimo – in occasione del pareggio giallorosso. Non ha le “scuse” di Skriniar ma deve comunque riprendersi in tempi brevi.

FEDERICO DIMARCO 7.5 – Il primo traversone della sua partita crea i presupposti per il vantaggio. Che dire? Da terzo è un attaccante aggiunto. Dopo un’ora di gioco è chiamato ad agire da quinto. E ogni cross in area di rigore è una minaccia. Senza dubbio il migliore in campo a livello di prestazione.

Lecce-Inter, pagelle – CENTROCAMPO

MATTEO DARMIAN 6.5 – Tutti si aspettavano Dumfries e invece il numero 36, alla prima occasione utile, confeziona il primo assist della stagione nerazzurra. Clamorosa, alla mezz’ora, la diagonale difensiva che annulla l’occasione dell’1-1 capitata a Di Francesco. Becca un’ammonizione tattica. Ed esce.

– Dal 68′ DENZEL DUMFRIES 8 – Entra carichissimo ma non precisissimo. Ma è suo il tocco che vale tre punti all’ultimo secondo. Impossibile non premiarlo oltre ogni più rosea aspettativa. Decisivo. Il migliore.

NICOLÒ BARELLA 5.5 – Tanto movimento, tanta confusione. Tanto, troppo nervosismo. Così non sarà mai sufficiente, al di là della carica agonistica con cui cerca di riversarsi in avanti per ritrovare il vantaggio.

MARCELO BROZOVIC 6 – Altro che in dubbio, fin da subito è praticamente ovunque. Sta meglio e si vede. Almeno finché non si fa ammonire. Esce subito, contrariato ma anche un po’ acciaccato.

– Dal 58′ HENRIKH MKHITARYAN 6 – Gioca a tre e a due. Sul centro-destra e sul centro-sinistra. Inzaghi gli chiede gli straordinari in una partita che smette di avere un senso tecnico-tattico e ci mette tutta la sua esperienza per rendersi utile.

HAKAN CALHANOGLU 5.5 – Vivo nella manovra, ma più orizzontale che verticale. L’uscita di Brozovic lo “premia” nel ruolo di regista. L’esperimento dura appena dieci minuti.

– Dal 68′ EDIN DZEKO 6 – Prima in coppia nel tridente, poi vertice alto del poker finale. La confusione non è colpa sua. E forse ci sarebbe anche un rigore…

ROBIN GOSENS 5 – Pesante. Come si dice in questi casi, “sulle gambe”. Non riesce a esprimersi al meglio ma di certo non si nasconde, anzi. Peccato che sia ancora troppo poco. Il peggiore.

– Dal 58′ ALESSANDRO BASTONI 6 – Utile a riportare Dimarco più avanti. Un titolarissimo che entra troppo tardi, comunque.

Lecce-Inter, pagelle – ATTACCO

ROMELU LUKAKU 7 – Impiega meno di 100” per tornare al gol. La sua prima partita ufficiale dopo il ritorno è sicuramente sacrificata, tra luci e ombre. Spreca la palla dell’1-2, poi Dumfries risolve tutto. Mezzo voto in più di fiducia.

LAUTARO MARTINEZ 6 – La carica iniziale si trasforma presto in nervosismo. E la partita prende la piega sbagliata. Partita sporca ma non demerita.

Il voto dalla panchina – ALLENATORE

INZAGHI 6 – La formazione iniziale può avere un senso, quella finale no di certo. Così come i cambi. Però alla fine il risultato gli dà ragione. Stavolta non c’è di calcistico nelle sue mosse. Però, ribadiamo, i tre punti sono tre punti e va benissimo così. Sufficienza figlia del risultato.

Le pagelle degli avversari: il Lecce di Baroni

LECCE 6.5: Falcone 7.5; Gendrey 5.5, Baschirotto 5, Cetin 5 (dal 21′ Blin 6), Gallo 5.5; Bistrovic 6.5 (dal 75′ Listkowskic 5.5), Hjulmand 6.5, Joan Gonzalez 6.5 (dal 75′ Helgason 5.5); Strefezza 6.5, Ceesay 7 (dal 64′ Colombo 5.5), Di Francesco 7 (dal 75′ Banda 6). All. Baroni 6.5

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh