Pagelle

Inter-Juventus, le pagelle: Sanchez 8, Darmian +1! Bastoni il migliore dal 1′

Inter-Juventus è terminata 2-1 grazie al gol di Sanchez all’ultimo secondo dei tempi supplementari. E non può che essere l’attaccante cileno il migliore in campo. C’è gloria anche per il subentrato Darmian e per il titolarissimo Bastoni. Da rivedere de Vrij e Correa, tra gli altri. Di seguito le pagelle della finalissima Inter-Juventus di Supercoppa Italiana

SAMIR HANDANOVIC 5.5 – Osserva il colpo di testa di McKennie andare in rete ma è incolpevole rispetto ai suoi centrali. Mai realmente chiamato in causa dalla Juventus, per fortuna. Scaldava i guantoni per la lotteria dei rigori: senza il gol di Sanchez sarebbe stato l’eroe della serata?

Inter-Juventus, le pagelle dei difensori

MILAN SKRINIAR 6.5 – Non riesce a negare il cross a Morata in occasione dell’1-1. In difesa alla fine non ha un gran lavoro da fare, invece quando spinge, anche nei supplementari, sa rendersi pericoloso.

STEFAN DE VRIJ 5 – Male in marcatura su McKennie. Malissimo quando appoggia un pallone inutile verso Handanovic, regalando un calcio d’angolo pericoloso alla Juventus. Stringe i denti quando accusa un dolore fisico, portando a termine un’altra prestazione negativa dopo quella di Inter-Lazio.

ALESSANDRO BASTONI 7 – Completa la frittata con de Vrij sul vantaggio bianconero ma è un episodio unico. Si riscatta subito e tiene alta la concentrazione, così come il ritmo, fino alla fine. Continua la sua trasformazione in “terzo fluidificante”, dimostrandosi più pericoloso di centrocampisti e attaccanti nella trequarti avversaria.

Inter-Juventus, le pagelle dei centrocampisti

DENZEL DUMFRIES 6.5 – Non è Perisic ma a destra fa il suo. Per la difesa bianconera è una mina vagante. Nella ripresa Perin si esalta, con l’aiuto del palo, negandogli la gioia del gol. Non sfrutta appieno né la velocità né lo strapotere fisico.

– Dall’89’ MATTEO DARMIAN 7 – Inzaghi gli concede una mezz’ora abbondante in cui basta il compitino per non rischiare beffe. Si nasconde un po’ troppo in fase di spinta ma quando entra in area crea lo scompiglio giusto per far arrivare il pallone della vittoria a Sanchez. Il suo è praticamente un assist da +1 al Fantacalcio.

NICOLÒ BARELLA 6 – Gioca come un forsennato e non è sempre un pregio, soprattutto in una partita simile. Migliora nella ripresa, aiutando a sbrogliare un paio di situazioni delicate. L’impegno non manca mai ma ha vissuto serate migliori.

– Dall’89’ ARTURO VIDAL 5 – La sua funzione nel finale è quella di liberare maggiormente Brozovic, che si può allargare con più frequenza. Non manca il solito giallo per fallo tattico.

MARCELO BROZOVIC 5.5 – Soffre la marcatura a uomo di Kulusevski, che lo mette in difficoltà con un pressing notevole. Troppo superficiale nella gestione della palla. Viene “salvato” una volta ma la seconda volta, da una palla persa, arriva il vantaggio della Juventus. Cresce nella seconda parte di gara, brillando quando gli altri perdono lucidità. Ma non può bastare in una partita simile.

HAKAN CALHANOGLU 6 – Si muove da sinistra verso destra, cercando spesso il tiro in porta e la verticalizzazione vincente per i compagni. Non può fare miracoli, pur provando in tutti i modi a rendersi utile.

IVAN PERISIC 6.5 – Inizia benissimo, facendo capire di avere una marcia in più degli avversari ma anche dei compagni. Probabilmente è l’unico ad avere i 90′ (ad alta intensità) nelle gambe ma non i 120′, visto che Inzaghi lo sostituisce senza preoccuparsi dei possibili rigori.

– Dal 100′ FEDERICO DIMARCO 6.5 – Troppo offensivo per essere un difensore ma da esterno di centrocampo la sua freschezza mista all’impulsività è necessaria per arrivare al 2-1. Avrebbe battuto uno dei rigori finali, ma dopo l’errore contro l’Atalanta meglio non rischiare.

Inter-Juventus, le pagelle degli attaccanti

EDIN DZEKO 6 – Fisicamente non è in gran forma e non lo nasconde. L’unico a non notarlo è De Sciglio, che lo atterra in area di rigore. Se non fosse per il rigore procurato, la sua prestazione sarebbe nel complesso insufficiente.

– Dal 76′ JOAQUIN CORREA 5 – Entra bene, meglio che nelle altre occasioni. Poi dimentica che per giocare a calcio a questi livelli bisogna metterci un po’ di carattere in più. Sparisce alla distanza.

LAUTARO MARTINEZ 6.5 – Poco cattivo nelle conclusioni. La migliore è quella dal dischetto, che stavolta è perfetta. Pericoloso più di testa che di piede. Probabilmente esce troppo presto.

– Dal 76′ ALEXIS SANCHEZ 8 – Si muove tantissimo ma non incide come sa. Ha l’occasione di segnare il gol-vittoria di testa nel primo tempo supplementare ma angola troppo. Quando sembrava tutto finito, trova la rete che riporta la Supercoppa Italiana a Milano. E non può che essere l’uomo-partita! Il migliore.

Il voto all’allenatore dell’Inter

SIMONE INZAGHI 7 – Allegri decide di non giocare la partita, aspettando i passi falsi dell’Inter. O dello stesso Inzaghi. I cambi potrebbero cambiare inerzia al dominio nerazzurro ma non succede. Azzarda quando opta per cambiare la coppia d’attacco, ignorando il rischio supplementari più rigori. E dalla panchina non può pescare granché. Il gol di Sanchez a tempo scaduto gli dà ragione. Complimenti!

I voti degli avversari: la Juventus di Massimiliano Allegri

JUVENTUS: Perin 7; De Sciglio 5, Rugani 5, Chiellini 6, Alex Sandro 5; McKennie 6.5, Locatelli 6 (dal 91′ Bentancur 5), Rabiot 5.5, Bernardeschi 7 (dal 79′ Arthur 5); Kulusevski 5.5 (dal 74′ Dybala 5); Morata 6 (dall’88’ Kean 5). All. Allegri 4

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button