Pagelle

Inter-Cagliari, le pagelle: Barella si riscatta, Sanchez 7.5! Il ‘peggiore’ è un 6 pieno

Inter-Cagliari è terminata 4-0. Inzaghi per Mazzarri utilizza lo stesso trattamento riservato a Mourinho lo scorso weekend. Il poker nerazzurro è frutto di un dominio durato 90′. Nessuna insufficienza. Il migliore in campo? Cragno… E poi, ovviamente, Barella e compagni. Di seguito le pagelle di Inter-Cagliari

SAMIR HANDANOVIC 6 – Cragno a fine partita subisce “solo” quattro gol, il capitano dell’Inter invece può tranquillamente godersi lo spettacolo dei compagni. Continua la striscia positiva senza subire reti.

Inter-Cagliari, le pagelle dei difensori

MILAN SKRINIAR 7 – Con Dumfries praticamente dentro il campo, è lo slovacco l’esterno destro dell’Inter. Insuperabile in fase di copertura, incontenibile in fase di spinta.

STEFAN DE VRIJ 6.5 – Torna in campo dopo l’infortunio e l’inizio non è dei migliori. Poi ritrova passo e fiducia, anticipando gli avversari e tenendo alta la linea difensiva.

ALESSANDRO BASTONI 7 – Nel primo tempo deve preoccuparsi esclusivamente della difesa, visto che l’Inter attacca da destra, ma a inizio ripresa prova in slalom il gol della serata.

Inter-Cagliari, le pagelle dei centrocampisti

DENZEL DUMFRIES 7.5 – Si guadagna il rigore, sprecato da Lautaro Martinez, al termine di un primo tempo in cui Dalbert nell’uno contro uno non ci capisce granché. Nella ripresa va vicino al gol. Gli manca solo la giocata finale, perché in corsa e lanciato in progressione fa paura.

– Dal 72′ FEDERICO DIMARCO 6 – Inzaghi gli concede il finale solo per far rifiatare l’ottimo Dumfries, che va centellinato vista l’emergenza a destra. Gioca da quinto sinistro, facendosi vedere anche in attacco.

NICOLÒ BARELLA 8 – Finché decide che deve segnare solo lui, non serve a nulla. Poi si ricorda che è circondato da compagni di grande qualità, che manda in rete con due assist fantastici. Non si ferma un minuto. Si riscatta alla grande dopo la pessima prestazione ed espulsione rimediata a Madrid. E non era scontato. Il migliore.

MARCELO BROZOVIC 7 – Ormai fa quasi ridere vedergli fare ciò che vuole con o senza palla, senza sbagliare. La consapevolezza nei propri mezzi è arrivata a livelli esagerati. Fa la differenza giocando da perno puro, perché la squadra ruota attorno a lui. Inutile ribadire la sua importanza per l’Inter, anche se in questa occasione gli avversari non fanno nulla per complicargli la vita. Meriterebbe il gol per completare l’opera.

– Dal 72′ ARTURO VIDAL 6 – Non è Brozovic ma Inzaghi non gli chiede di fare il regista. Il meno brillante di quelli che subentrano, ma è impensabile dare un’insufficienza in una partita simile.

HAKAN CALHANOGLU 7.5 – L’assist da calcio d’angolo è diventato banale. Il gol dalla distanza, invece, è impressionante. E sono i “bonus” in più che gli permettono di arrotondare il voto. Il turco si conferma uomo in più del centrocampo nerazzurro in questa stagione, in cui il bel calcio in Italia sembra finalmente essere diventato produttivo.

– Dal 75′ STEFANO SENSI 6 – Entra a partita ormai finita ma un quarto d’ora a gestire la palla è sempre utile dopo tanto – troppo – stop.

IVAN PERISIC 6 – Inzaghi sceglie di non farlo rifiatare ma il croato fa da sé. Si vede poco, tanto l’Inter decide di attaccare solo da destra. E alla fine esce da peggiore in campo. Sì, “peggiore”, ovviamente.

– Dall’82’ MATTIA ZANOTTI 6 – Debutta in Serie A ma la partita non ha già più nulla da dire. Voto politico.

Inter-Cagliari, le pagelle degli attaccanti

ALEXIS SANCHEZ 7.5 – Cresce alla distanza dopo un avvio sottotono. Aveva solo bisogno di ritrovare il gol, anche in Serie A, e ci riesce. Un gran gol, tra l’altro. Quando è in campo, funge da regista offensivo dell’Inter. E lo dimostra con i filtranti che servono a tagliare in due mezza squadra avversaria e mandare in porta i compagni. Sfiora la doppietta, ripetutamente.

LAUTARO MARTINEZ 7 – Mezzo voto in meno per il rigore sprecato, perché per il resto si dimostra affamato e non solo di gol. La doppietta è splendida. In particolare la seconda rete. Si muove tanto, forse anche troppo, e non è normale avendo Sanchez – che non dà punti di riferimento – a supporto. Deve bilanciare la foga, perché, dopo l’ammonizione, rischia – inutilmente – il rosso.

– Dal 72′ MARTIN SATRIANO 6 – Si batte e sbatte nel finale contro avversari più grandi e pronti di lui, senza paura. E va bene così, per ora.

Il voto all’allenatore dell’Inter

SIMONE INZAGHI 8 – Con Mourinho a Roma ha esagerato ma anche Mazzarri è costretto a passare sotto il tritacarne brandizzato “S. Inzaghi”. La sua Inter è oggettivamente la squadra più “bella” d’Italia ma il fatto che sia dannatamente concreta è il vero merito. Il 4-0 non diventa 8-0 solo perché Cragno decide di salvare la faccia al resto della squadra. La vetta della classifica è tutto merito suo. Valore aggiunto.

I voti degli avversari: il Cagliari di Walter Mazzarri

CAGLIARI: Cragno 8; Caceres 5 (dal 70′ Zappa 6), Godin 5, Andrea Carboni 5 (dall’82’ Obert SV); Bellanova 6, Grassi 5.5 (dal 59′ Lykogiannis 5.5), Marin 5.5, Deiola 5.5 (dall’82’ Oliva SV), Dalbert 4; Joao Pedro 5, Keita Baldé 5 (dal 70′ Pavoletti 6). All. Mazzarri 5

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh