Moviola

Moviola Crotone-Inter: Prontera e il VAR si perdono un rigore, 0-2 buono

Crotone-Inter ha avuto Alessandro Prontera come arbitro della partita: questa la moviola dell’incontro valido per la trentaquattresima giornata di Serie A 2020-2021 e finito 0-2. Di seguito la valutazione del fischietto della sezione di Bologna, dei suoi assistenti e degli addetti al VAR.

MOVIOLA CROTONE-INTER, PRIMO TEMPOAlessandro Prontera voto 5. Prima volta con l’Inter e qualche svarione passa in secondo piano per il risultato. Dopo tre minuti Stefano Sensi è in gioco quando si mangia lo 0-1 solo davanti ad Alex Cordaz. Poco dopo commette un fallo su Junior Messias e viene redarguito. Al 18′ sempre Messias va via a Matteo Darmian che lo sgambetta: rischia il giallo, è diffidato. Niente rigore su un tiro di Romelu Lukaku che sbatte addosso a Koffi Djidji: braccio attaccato al corpo, mai punibile. Al 38′ Marcelo Brozovic e Milan Skriniar provano a fermare Adam Ounas, il cartellino è per il primo. Manca però un netto rigore a due minuti dal 45′: su corner Salvatore Molina cintura e butta giù Lautaro Martinez, inspiegabilmente arriva fallo in favore del Crotone e il VAR non interviene.

MOVIOLA CROTONE-INTER, SECONDO TEMPO – Nella ripresa gli episodi sono tutti alla fine. Emmanuel Rivière entra e pochi secondi dopo si prende il giallo, per aver sbracciato troppo con Skriniar. All’83’ Romelu Lukaku crede di aver raddoppiato, su assist di Ivan Perisic. Quando però il croato riceve il pallone dal belga, prima di servire il cross vincente, è in leggero fuorigioco: il VAR non può far altro che rilevarlo e annullare. Nessun intervento, invece, quando arriva il definitivo 0-2 al 92′. Ovviamente non ci sono discussioni sulla posizione di Achraf Hakimi, regolare, quanto sul recupero palla di Nicolò Barella su Pedro Pereira: gli mette una mano sulla spalla, ma sarebbe stato esagerato dare fallo o andare alla review.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button