Moviola Barcellona-Inter: Skomina casalingo, VAR dorme su rigore Sensi

Articolo di
2 ottobre 2019, 23:54
Barcellona-Inter-Moviola

Barcellona-Inter ha avuto Damir Skomina come arbitro della partita. Questa la moviola dell’incontro valido per la seconda giornata del Gruppo F di Champions League 2019-2020 e finito 2-1, con la valutazione del fischietto della federazione slovena, dei suoi assistenti e degli addetti al VAR.

MOVIOLA BARCELLONA-INTER – Damir Skomina voto 4. Chissà quand’è che una squadra potrà andare a giocare in casa del Barcellona potendo godere di un arbitraggio non a favore ma equo, che è quello che gli arbitri dovrebbero fare. Si comincia subito con un cartellino giallo per Nicolò Barella, che entra in ritardo su Sergio Busquets: giusto, così come quello poco dopo ad Antoine Griezmann per fallo sul centrocampista, ma l’ammonizione manca a Frenkie de Jong per un intervento altrettanto rude su Barella. Da lì in poi i catalani cominciano a lamentarsi e Skomina fischia tutto a senso unico, soprattutto a Lionel Messi premiato a ogni presunto contatto. Al 16′ il secondo assistente Robert Vukan si inventa un fuorigioco su Lautaro Martinez lanciato a rete (che colpisce di tacco nel nulla, avesse segnato sarebbe intervenuto il VAR), mentre è corretto annullare il gol di Antonio Candreva, lui sì in palese posizione irregolare. L’episodio da moviola più discusso di Barcellona-Inter arriva al 56′, Arthur si allunga il pallone e Stefano Sensi glielo tocca prima subendo fallo, sarebbe rigore ma Skomina e VAR (l’olandese Danny Makkelie) guardano da un’altra parte, da lì nasce l’azione (lunghissima) che si conclude con l’1-1 di Luis Suarez, non c’è interruzione quindi l’intervento avrebbe dovuto annullare il pareggio e dare rigore all’Inter. Subito dopo non segnalato un fuorigioco a Griezmann che calcia a lato, si chiude con Alexis Sanchez e Antonio Conte ammoniti in panchina per proteste dal fiscalissimo primo assistente e dall’altrettanto pesante quarto ufficiale, dopo una serie infinita di punizioni per i padroni di casa e mancati fischi a favore degli ospiti. Tre minuti di recupero prolungati di una ventina di secondi, il triplice fischio arriva con una rimessa laterale in attacco per l’Inter: in genere in campo europeo si fa finire l’azione, ma evidentemente a Barcellona no.

Condividi questo articolo

Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer





ALTRE NOTIZIE