MatchPrimo Piano

Milan-Inter dà un vantaggio in più: scontro diretto a favore, cosa significa

Milan-Inter 0-3 di ieri ha anche definito lo scontro diretto a favore per i nerazzurri. Questo è un vantaggio in più per la seconda parte di campionato, dato che la squadra di Conte ha cancellato la sconfitta dell’andata.

MEZZO PUNTO IN PIÙ – Il +4 dell’Inter sul Milan vale anche qualcosa di più. Ora i rossoneri devono fare cinque punti in più dei nerazzurri, per poterli sorpassare. Con lo 0-3 nel derby di ieri, infatti, lo scontro diretto è a favore della squadra di Antonio Conte. Da regolamento della Serie A in caso di punti uguali nella classifica avulsa (gli scontri diretti, appunto) la seconda casistica è la differenza reti nelle sfide in questione. Che dice Inter per quattro gol a due. Un dato significativo, che ovviamente non può ancora contare molto ma che bisogna tenere in considerazione. Anche perché è il secondo scontro diretto sistemato in appena sette giorni.

IL CONFRONTO – Prendendo le prime sette della classifica di Serie A l’Inter ha il vantaggio negli scontri diretti certo su Milan e Lazio. Per i biancocelesti vale il 3-1 di otto giorni fa, dopo l’1-1 dell’andata. Con la Roma, terza in classifica, c’è il 2-2 dell’andata e il ritorno da giocare alla terzultima. Una giornata dopo la sfida con la Juventus a Torino, dopo il 2-0 del Meazza il 17 gennaio. Scontro diretto pari anche con l’Atalanta, che si presenterà a San Siro lunedì 8 marzo. Mentre col Napoli c’è l’1-0 a favore e il ritorno da giocare domenica 18 aprile. Riuscire a fare filotto contro le rivali sarebbe un passo in avanti notevole, visto che fino a non molto tempo fa si parlava delle difficoltà negli scontri diretti. Ma Milan-Inter di ieri ha dato una terza prova in tal senso dopo le prestazioni convincenti con Juventus e Lazio.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button