Juventus-Inter è anche Eriksen vs Ramsey. Conte cala il jolly? – GdS

Articolo di
6 Marzo 2020, 08:54
Eriksen
Condividi questo articolo

“La Gazzetta dello Sport” presenta la sfida british tra Eriksen e Ramsey, domani sera all’Allianz Stadium. Juventus-Inter sarà decisa dai duelli individuali come questo. Antonio Conte è pronto a calare il suo asso danese nella manica

DI NUOVO TU? – Dal derby del Nord di Londra al derby d’Italia il passo può essere molto breve. Christian Eriksen e Aaron Ramsey insegnano. I due saranno, probabilmente, l’uno contro l’altro dal primo minuto, domenica sera. Si sono già dati battaglia con le maglie di Tottenham e Arsenal non più tardi di un anno fa. Il danese affronterà la Juventus per la prima volta da quando è in Italia, ma il suo destino presenta piacevoli intrecci nei confronti dei bianconeri. Ai tempi dell’Ajax, debuttò in Europa proprio contro la Vecchia Signora. E con la maglia degli Spurs segnò su punizione proprio a Torino (2018).

CARBURARE – In Premier League, Eriksen ha dimostrato di essere un top assoluto. Uno di quei giocatori capaci di decidere certe partite in qualsiasi momento. Ma soprattutto, uno di quei calciatori destinati a giocarle dal primo minuto, quelle partite. Dettaglio non scontato, perché Antonio Conte non è riuscito finora a cucire il giusto vestito addosso al suo asso danese. Titolare soltanto nella doppia sfida di Europa League contro il Ludogorets, oltre al match contro l’Udinese quando imperversava l’emergenza. Il caos delle ultime due settimane potrebbe aver accelerato l’inserimento silenzioso del fantasista, nonostante la semifinale di ritorno di Coppa Italia (contro il Napoli, rinviata, ndr) avrebbe potuto concedergli ulteriore minutaggio.

JOLLY IN CORSA – Nel canonico 3-5-2 del tecnico salentino, diventa complesso trovare una collocazione precisa al talento di Eriksen. In uno schieramento così collaudato, Matias Vecino sembra dare molte più garanzie in questo momento. Ma in un match come Juventus-Inter, la carta danese potrebbe essere quella vincente. Vero che i ruoli del centrocampo non hanno segreti per lui, ma è certamente da trequartista che la qualità di Eriksen viene fuori in tutta la sua brillantezza. Il passaggio ad un 4-4-2 spuria è forse un segnale che l’Inter, e Conte, abbia voglia di cambiare pelle. Proprio per fare largo all’enorme talento (ancora inespresso) di Christian Eriksen.

Fonte: La Gazzetta dello Sport – Carlo Angioni

 


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE