Juventus-Inter a porte chiuse, un vantaggio da sfruttare per i nerazzurri – TS

Articolo di
6 Marzo 2020, 11:00
Allianz Stadium Juventus
Condividi questo articolo

“Tuttosport” sottolinea il vantaggio per l’Inter di sfidare la Juventus a Torino a porte chiuse. L’Allianz Stadium è una fortezza e l’accoglienza a Conte sarebbe stata infuocata.

FORTEZZA – Quattro sconfitte e due pareggi. Il bilancio dell’Inter all’Allianz Stadium nelle ultime sei stagioni parla chiaro. E’ come se l’Inter pagasse una sorta di maleficio per essere stata la prima squadra il 3 novembre del 2012 a espugnare il nuovo stadio della Juventus con il 3-1 firmato da Andrea Stramaccioni con i gol di Milito (doppietta) e Palacio. Da quando è stato inaugurato (8 settembre 2011) a oggi, lo Stadium ha regalato enormi gioie alla Juventus, rivelandosi un’arma non solo a livello economico, ma anche per la squadra che in 226 gare ha collezionato ben 181 vittorie. Solo 35 i pareggi e addirittura 10 le sconfitte. Di fatto, la Juventus davanti al suo pubblico in questo stadio, ha una percentuale di successi dell’80%. Inutile sottolineare, poi, come anche in questo campionato di A la Juve sia imbattuta in casa, con 11 vittorie e 1 un pareggio (2-2 col Sassuolo).

VANTAGGIO NERAZZURRO – L’Inter però domenica potrà sfruttare un vantaggio fino a qualche settimana fa inaspettato. E’ innegabile, infatti, come lo Stadium chiuso al pubblico rappresenti un’occasione d’oro da non mancare per Lukaku e compagni. Per l’Inter, come abbiamo raccontato, la trasferta nella tana bianconera è storicamente ostica e il fatto di affrontare la Juventus in una sorta di campo neutro, non può che essere un vantaggio da sfruttare. Lo Stadium sarebbe stato una bolgia caldissima. Anche perché già l’Inter viene vista dai tifosi bianconeri come la principale “nemica” dai fatti del 2006 in avanti, ma ora ci sarebbe stato anche il fattore Conte. Il pubblico juventino già il 6 ottobre a Milano per la gara d’andata aveva accolto il suo ex condottiero con i fischi e sicuramente domenica sera a Torino ci sarebbe stata anche una coreografia dedicata.

DOPPIO EX – Probabilmente anche per Conte, alla prima da ex allo Stadium i fischi avrebbero rappresento un modo per caricarsi e caricare ulteriormente la squadra, ma questo clima “spento” potrà permettere all’allenatore di concentrarsi ancora meglio sul campo. Per altro anche per Beppe Marotta sarà la prima da ex, visto che divenne ufficialmente ad dell’Inter il 13 dicembre 2018, sei giorni Juventus-Inter 1-0 del 7 dicembre (rete di Mandzukic).


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE