Juventus e Inter cercano riscatto, ma è Conte che rischia di più – CdS

Articolo di
8 Marzo 2020, 10:48
Conte Sarri Inter-Juventus
Condividi questo articolo

Alberto Polverosi nel suo editoriale sul “Corriere dello Sport” scrive che è l’Inter di Conte a giocarsi di più nella sfida con la Juventus di Sarri.

SFIDA TRA STILI – Un tempo avremmo parlato di opposti, di un Conte cholista e di un Sarri guardiolista. Adesso le distanze sono meno evidenti. Conte è rimasto nel suo solco, nel ferreo 3-5-2 (anche se in tempi recenti e, chissà, in tempi futuri, si è concesso un’apertura alla difesa a 4), mentre Sarri ha cambiato rotta, o meglio, ha abbandonato quella vecchia del bel gioco e sta cercando quella nuova del risultato a tutti i costi.

INCERTEZZE – Sono i dubbi, le incertezze e qualche sottile paura ad accomunare i due allenatori in questa vigilia da scudetto. Sarri arriva direttamente dalla pessima partita col brutto risultato di Lione, Conte dalla sconfitta dell’Olimpico nello scontro diretto con la Lazio e le successive due gare di Europa League col Ludogorets, pur vinte, non potevano avere la forza di cancellare ogni dubbio. In più, lo stato di emergenza del Paese ha costretto l’Inter a saltare anche la partita con la Sampdoria, alterando ulteriormente la classifica.

SQUADRE DA DEFINIRE – Dopo otto mesi di lavoro, Sarri sta ancora cercando il punto d’equilibrio della Juve, un equilibrio che tarda a trovare per l’indecisione intorno ai tre attaccanti, da schierare tutti insieme o due per volta. Per un tecnico organizzatore come lui, questa storia è diventata un rompicapo. A Lione ha schierato Dybala e Ronaldo, un fantasista e un risolutore, ma nessuno dei due riempie l’area avversaria senza palla, c’entrano entrambi con la palla incollata al piede. Risultato: area francese deserta. Potrebbe scegliere Higuain? Il problema, in questo caso, è che il bomber del record napoletano (quello dei 36 gol con Sarri…) è ai suoi minimi storici, finora ha segnato solo 5 reti. Conte invece sta indugiando su Eriksen. Al salentino interessa la forza più della tecnica. Anche se è stato fortemente voluto dall’Inter nell’ultimo mercato, Eriksen può aspettare.

INTER A RISCHIO – Oggi rischia di più Conte. Le uniche due sconfitte del suo campionato sono arrivate contro le prime due della classifica, Lazio e Juventus. Se perde anche la terza volta, diventa una costante negativa della stagione ma soprattutto lo lascia a -8 dalla Lazio, con una sola gara in meno. Non avrebbe perso tutto, ma tanto. Se va sotto Sarri, resta a -2 dalla capolista, un distacco non significativo, però in questo caso la sconfitta di stasera seguirebbe lo 0-1 di Lione e manderebbe in confusione una squadra e un ambiente che già adesso non sembrano il massimo della lucidità. Inzaghi, di là dal video, per ora se la gode.


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE