Match

Juric presenta Inter-Torino: «Inzaghi allenatore top. Assente ancora Praet»

Juric ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Inter-Torino, ultima gara del 2021 valevole per la diciannovesima giornata di Serie A 2021-2022. Il tecnico granata ha annunciato l’assenza di Praet (QUI le sue parole dopo l’infortunio), e ha speso belle parole per il collega, tecnico dei nerazzurri.

CONFERENZA JURIC – Questa la conferenza stampa di Ivan Juric alla vigilia di Inter-Torino.

Che tipo di avversario affronterete domani? 

L’Inter è la squadra che gioca meglio, sfruttano bene il lavoro che ha fatto Antonio Conte, Simone Inzaghi ha dato imprevedibilità al gioco. Si sentono più liberi. Le ultime giornate mi hanno impressionato per come attaccano e come difendono. Inzaghi è bravissimo, un top.

Che mentalità dovete avere? 

Sbagliato pensare di andare là a giocare e prendersi tutto quello che viene. Oggi vedo se tutti hanno recuperato, mentalmente stiamo bene e vogliamo stupire provando a vincere

In cosa consiste il cambiamento che secondo lei c’è stato dopo la partita con il Cagliari

I ragazzi hanno percepito che stanno meglio, giocano alla pari anche contro le grandi. Ho percepito anche un po’ di felicità e secondo me non andava bene accontentarsi. Quando giochi bene e stai bene bisogna avere sempre fame e andare comunque avanti. Dobbiamo fare sempre il massimo. Sono arrivati sei punti contro squadre che erano davanti a noi.

Centosessantacinque giorni da quando lei è arrivato al Torino e la squadra è cambiata, secondo lei in cosa è cambiata la squadra?

Secondo me in tutto, dal mondo di giocare e mentalmente, anche se stiamo ancora lavorando. Stiamo ancora lavorando sotto tutti i punti di vista, affrontiamo le partite in maniera diversa, tutto cammina a pari passo. Spero di continuare mantenendo le cose buone.

Quanto vale il suo Torino, merita la parte di sinistra della classifica?

Ci sono ancora tante incognite, possiamo ancora avere problemi se dovessimo perdere giocatori grossi. Siamo in una fase di costruzione e io sono molto contento, siamo andati oltre alcune aspettative. Possiamo ancora competere ma non ho la sensazione di dire che meritiamo la parte sinistra della classifica.

Nuovi leader nel gruppo?

Ci sono ragazzi interessanti che hanno dento questa cosa e non riescono ad esprimerla in pieno. Si devono ancora liberare completamente di trasmettere questa mentalità, non siamo ancora a quei livelli.

L’Inter ha giocato venerdì e voi domenica, è un elemento che la preoccupa?

Anche a noi è capitato di giocare prima degli avversari, mentalmente la devi affrontare come una finale. Fisicamente qualche giocatore può recuperare bene e altri avranno bisogno di più tempo, oggi farò l’allenamento e vedremo la situazione.

Considerando quanto fatto oggi dall’Inter e dalla posizione in classifica, come affronterà i nerazzurri, pressando alto o difendendo?

Non cambierò nulla, l’atteggiamento sarà uguale. Andare a pressare alti con tutte le conseguenze positive e negative.

A gennaio sarà importante sfoltire o migliorare la rosa?

Le cose sono abbastanza chiare su tutto, normale che la società deciderà che segnale vogliono dare in tutti e due i sensi.

Cercando di fare un bilancio di quanto fatto fino ad oggi, qual è il volto di questo Torino?

Sono tanti, da Bremer, da Buongiorno, Rodriguez che ha recuperato, Vojvoda ha recuperato benissimo giocando con serenità. Tanti giocatori hanno fatto molto meglio di quanto si pensava di loro. Più avanti abbiamo altri problemi, come per esempio Belotti. Brekalo fino alla nazionale ha fatto bene e poi ha avuto un calo.

Praet riuscirà a recuperare per domani?

Praet non riuscirà a recuperare per domani, oggi farà la risonanza e spero che riuscirà a recuperare presto. Tutti i giocatori sono convocabili.

Per gioco espresso e risultati ottenuti, al netto della partita di domani, è soddisfatto del lavoro della squadra?

Sì, siamo andati alla grande secondo me, quel ciclo che finisce domani è andato alla grande e sarebbe eccezionale fare risultato. Ad Empoli è andata male, a Roma abbiamo fatto una grande partita. Domani abbiamo una grande occasione per chiudere con un grande risultato.

Da che punto di vista è cresciuto Vojvoda e domani può giocare? 

Lui per mesi non ha visto campo e non era facile, però si allenava sempre al massimo e ora sta raccogliendo i frutti. Sono felice di come gioca e di quello che ci dà, sia fase di attacco che difensiva. Molto probabile che giocherà anche domani se non dovesse essere stanco.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh