Zidane: “Isco per Eriksen? Fino a prova contraria è nostro! Infortuni…”

Articolo di
24 Novembre 2020, 19:01
Zidane Real Madrid Zidane Real Madrid
Condividi questo articolo

Zidane ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Inter-Real Madrid, assieme a Modric (vedi articolo). L’allenatore francese, a domanda di Inter-News.it, ha parlato anche della situazione di Isco, dopo le voci di mercato che lo accostano ai nerazzurri in uno scambio con Eriksen.

CONFERENZA ZIDANE – Questa la conferenza stampa di Zinédine Zidane alla vigilia di Inter-Real Madrid.

Zidane, come vede la squadra in vista di Inter-Real Madrid?

Direi bene. Siamo preparati, sappiamo l’importanza della partita. Vogliamo giocare tutti, siamo pronti e ci alleneremo adesso. Dobbiamo pensare alla partita di domani.

Cosa crede che Mariano Diaz possa portare alla squadra, vista l’assenza di Benzema?

L’ha già dimostrato sabato, entrando in campo e dando tutto. Sono contento di lui.

Senza Sergio Ramos il Real Madrid ha perso sette delle ultime otto partite di Champions League. È solo un caso?

Sappiamo che cosa significa Sergio Ramos per noi. Avremmo voluto che venisse qui ma è infortunato, dobbiamo provare a rompere questa statistica e cambiare l’inerzia. Sappiamo che è una finale, che ci sono tre punti in palio con questa situazione di classifica. Sarà un match in cui bisognerà soffrire, ma abbiamo tanta voglia di prenderci i tre punti.

Torna a San Siro, dopo aver vinto nel 2016 la Champions League col Real Madrid. In che cosa ritiene di essere migliorato?

Sono quattro anni di esperienza, alla fine non è cambiato nulla in quello che sono. Voglio continuare ad allenare e questa è la cosa più importante.

Dopo la sconfitta col Valencia aveva detto che serviva poco per far male al Real Madrid. È una questione solo calcistica oppure anche mentale?

Questo è il calcio. Ci sono momenti dove le cose vanno bene, le assorbi e puoi continuare rialzandoti, poi ci sono momenti più complicati come adesso. Stiamo attraversando una situazione con partite complicate, però non succede soltanto a noi. Credo che tutte le squadre abbiano difficoltà in questa stagione, che è molto complessa.

In Real Madrid-Inter ritiene ci siano stati più problemi del solito?

Contro l’Inter non è successo nulla di particolare. Sì, ci sono state difficoltà, però credo che la squadra abbia iniziato e finito bene la partita. L’Inter è un’ottima squadra, non va dimenticato. Anche col Villarreal stavamo vincendo sino al 75′, poi ci hanno pareggiato su una giocata (rigore, ndr). Non sono fatalista, dico che questo è il calcio. Lavoriamo per migliorare in difesa, non subire gol e provare a farne.

Da qui al mercato di gennaio Zidane proverà a convincere Isco a non andare via dal Real Madrid?

Lui è qui con noi.

Il Real Madrid sfiderà l’Inter con tante assenze importanti, e questo sta diventando un’abitudine. Ritiene che con un calendario diverso la squadra starebbe facendo meglio?

Non lo so. Insisto quello che ho detto l’altro giorno: dobbiamo gestire le partite. Sappiamo come abbiamo vissuto l’inizio di stagione, senza preparazione, però di questo abbiamo parlato tante volte e non ci sono scuse. Arriva un momento dove ci sono tanti indisponibili e lo spettacolo non è lo stesso, ognuno lo gestisce alla sua maniera.

Conte ha detto che il Real Madrid non può piangere per le assenze. Per Zidane andrebbe bene anche un pareggio?

No. Dobbiamo giocare per vincere. Non possiamo pensare di voler pareggiare, non sappiamo cosa succederà domani. Dobbiamo dare il massimo ed entrare sempre sul campo per vincere.

Ha un ricordo particolare di Conte giocatore? Qual è la caratteristica del Conte giocatore che ha conservato da allenatore?

Era il mio capitano alla Juventus. Ho vissuto tante cose con lui, qualcosa in particolare non posso dire. Però ho avuto sempre un buon rapporto con lui e ancora oggi ce l’ho. Da allenatore fa quello che faceva da giocatore: era un leader nato in campo, penso che come allenatore.

Domanda di Inter-News.it per Zidane: si è parlato tanto in questi giorni di uno scambio Eriksen-Isco. Può dare un giudizio sull’utilizzo del danese?

Non voglio entrare in questa cosa. Isco è un giocatore nostro e fino a prova contraria sarà così. Per adesso è un nostro giocatore, siamo contenti di lui.

Che tipo di partita si aspetta?

È una partita importante, vogliamo vincere. Tutte le partite sono molto importanti, è come una finale.



Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




<!--//<![CDATA[ var m3_u = (location.protocol=='https:'?'https://servedby.publy.net/ajs.php':'http://servedby.publy.net/ajs.php'); var m3_r = Math.floor(Math.random()*99999999999); if (!document.MAX_used) document.MAX_used = ','; document.write (""); //]]>-->

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.