Zidane: “Champions League, bisogna soffrire. I cambi servono a qualcosa”

Articolo di
4 Novembre 2020, 00:03
Zinédine Zidane Real Madrid Zinédine Zidane Real Madrid
Condividi questo articolo

Zidane ha appena finito la conferenza al termine di Real Madrid-Inter 3-2. Ecco le risposte del tecnico francese, purtroppo uscito vincitore, con i giornalisti presenti a Valdebebas dopo la partita nella terza giornata del Gruppo B di Champions League.

CONFERENZA ZIDANE – Questa la conferenza stampa di Zinédine Zidane nel post partita di Real Madrid-Inter.

Nella ripresa ha visto in alcuni momenti il risultato in pericolo? Un commento sui cento gol di Sergio Ramos col Real Madrid?

Sappiamo che giocatore è Sergio Ramos. Oggi è stato importante, come sempre, per noi con il suo gol: sono felice per quello che sta facendo. La partita per noi è stata buona: abbiamo cominciato bene, segnato due gol e pressato in alto come volevamo. Poi è una partita di Champions League, equilibrata, e quando ci fanno il 2-1 è vero che hanno segnato in maniera molto rapida. Nel secondo tempo abbiamo avuto delle difficoltà, però alla fine in generale è stata una partita molto buona. Abbiamo ottenuto tre punti, quello che volevamo: ringrazio i giocatori per lo sforzo, abbiamo lottato sino alla fine e meritiamo questa vittoria.

Hazard ha subito un colpo alla caviglia sinistra nella ripresa: è qualcosa di particolare? Come si gestisce il tridente offensivo?

È un colpo forte, ma credo che non sia niente di più. Per Asensio e Hazard sappiamo che sono in un momento dove devono lavorare, perché sappiamo tutto il tempo che sono rimasti fuori. Pian piano lo stanno facendo e bene, credo che stiamo migliorando tutti. Bisogna proseguire così, non c’è da fare altro. Quello che stiamo facendo lo stiamo facendo da squadra: in Champions League bisogna soffrire e abbiamo sofferto, ma alla fine abbiamo ottenuto tre punti importanti per noi.

Rodrygo e Vinicius Junior, due giovanissimi, sono entrati in un momento complicato e hanno deciso la partita. Quanta soddisfazione c’è per i cambi?

Le sostituzioni servono a portare qualcosa, a noi sono servite per arrivare al terzo gol. Credo che oggi servisse soltanto ottenere i tre punti: grazie all’apporto di Vinicius Junior e Rodrygo, che ha fatto un gran gol, siamo contenti.

Secondo Zidane lo spogliatoio è ora blindato dopo le critiche?

La squadra sta dimostrando di avere un carattere impressionante, grande personalità. Dobbiamo mostrare che possono giocare bene e fare bene le cose. Ciò che si dice fuori lo conosciamo, ma risponderò sempre che siamo qui per lavorare e come squadra. Sappiamo che avremo difficoltà tutto l’anno per vincere le partite, perché non esistono le gare facili: ne guardo tante, non vedo nessuno che vince facilmente. Però sappiamo che quando giochiamo come squadra è difficile batterci.

Si parla molto, ultimamente, dei pochi gol e di quelli subiti. L’Inter ha rubato palloni pericolosi nella metà campo avversaria, è un problema?

Io credo che sia difensivamente sia offensivamente serva equilibrio. C’è poi anche un avversario, in questo caso un buon rivale che ha dimostrato di essere bravo in contropiede. Però sono tre settimane che parliamo dei pochi gol segnati e di quelli subiti: beh, quello che possiamo fare è continuare a lavorare. Non è facile non prendere gol e farne tanti: dobbiamo migliorare, migliorare e ancora migliorare lavorando.

Come giudica la situazione del contratto di Sergio Ramos?

È il nostro capitano, il nostro leader. È chiaro che lo vogliamo tenere per sempre. Sta dimostrando anche lui questo, non ho alcun dubbio che rimarrà qui e che continuerà a fare la storia del club.

Maradona sarà operato nei prossimi minuti. Da parte di Zidane c’è un messaggio da mandargli?

Sì, gli auguro che si riprenda. Sappiamo benissimo la persona che è e il giocatore che è stato. Per i suoi sessant’anni in tanti gli hanno dedicato un pensiero, anche io, spero che possa andare tutto bene con l’operazione: è quello che vogliamo per lui e per la sua famiglia.

C’è la sensazione che sia stato messo in dubbio il valore di questa rosa nel torneo?

No. Siamo qui e lavoriamo, può essere che qualcuno abbia messo dei dubbi ma non nella rosa. L’unica cosa è che dobbiamo prendere punti, lavorare di squadra e fare le cose che servono.

Contro il Borussia Monchengladbach il Real Madrid ha rimontato, ora si è fatto rimontare. Cos’è cambiato?

In Germania abbiamo fatto una partita molto buona. Pareggiare è stato logico e normale, stanotte invece è stata una partita equilibrata e alla pari. Però credo che meritassimo di vincere, tuttavia sono sfide delicate: non è mai facile vincere. È ottimo aver vinto stanotte, era una finale.



Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




<!--//<![CDATA[ var m3_u = (location.protocol=='https:'?'https://servedby.publy.net/ajs.php':'http://servedby.publy.net/ajs.php'); var m3_r = Math.floor(Math.random()*99999999999); if (!document.MAX_used) document.MAX_used = ','; document.write (""); //]]>-->

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.