Interviste

Stellini: «Se Marotta è ottimista, progetto Inter può crescere. Con Conte…»

Stellini al termine di Inter-Udinese fa il punto della situazione in casa nerazzurra sul presente e futuro, dopo il trionfo in Serie A. L’allenatore in seconda dell’Inter – intervistato a “Domenica Sport” sulle frequenze di Rai Radio 1 Sport – non può dribblare la domanda sulla prossima stagione ma spiega bene il tutto

SCUDETTO MERITATO – Parla al posto di Antonio Conte ma Cristian Stellini lo fa con cognizione di causa: «Intanto Cristian Stellini rappresenta, in questo momento, una società e soprattutto uno staff di persone, che lavorano sodo, sono molto competenti e lo hanno dimostrato. Noi siamo un sostegno per il nostro allenatore, che è un grande allenatore. E lo ha sempre dimostrato, fino a oggi. Siamo molto contenti di poterlo supportare insieme, chiaramente, al lavoro che ha fatto la squadra. Che è sempre stato encomiabile fin dal primo giorno per arrivare a questa soddisfazione, che ci siamo tolti e che vorremmo continuasse. Le sensazioni sono quelle che ci portiamo dietro da qualche settimana, perché da qualche settimana abbiamo vinto matematicamente lo scudetto. La gioia continua a cresce dentro di noi. Il mister è molto bravo a riuscire a trasferirla per fare arrivare la squadra a questi momenti. E per far continuare a dimostrare di essere una grande squadra e di aver meritato lo scudetto. Dal giorno in cui abbiamo vinto, abbiamo dimostrato sempre di essere stati all’altezza e di trasferire l’entusiasmo che la squadra e l’allenatore stanno portando a questo ambiente».

ENTUSIASMO ALLE STELLE – Stellini viene interpellato sulla conferma tecnica all’Inter nella prossima stagione e, come già fatto altrove (vedi dichiarazioni), passa la palla alla società: «Io, come tutto lo staff, l’allenatore e la squadra, con la quale abbiamo creato un feeling eccezionale e un’empatia che non è facile da trovare, oggi viviamo con grandissimo entusiasmo quello che abbiamo costruito. Poi le scelte le deve la società, che determinerà il percorso. Se l’AD Sport (Beppe Marotta, ndr) è ottimista, significa che questo progetto potrà proseguire in forma di crescita. Cioè in miglioramento, ancora, di quello che abbiamo fatto fino a oggi. Momenti decisivi? Sono stati parecchi. Sicuramente una delle partite-chiave che ci ha fato capire e fatto scattare qualcosa nella squadra è stata la vittoria in casa della Juventus. Che è stata una partita che ha dato la consapevolezza a tutti quanti che noi eravamo saliti di livello, potevamo vincere anche le grandi partite e battere anche le squadre che in quel momento avevamo un gap rispetto a noi. Oggi, attraverso una serie di programmi fatti in modo accrescitivo e in modo che l’entusiasmo non si spenga, noi possiamo continuare a vincere quelle partite in Italia e crescere anche in Europa. Questo è l’entusiasmo che noi vorremmo portare a questo ambiente e vedremo cosa accadrà».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh