Sarri: “Juventus-Inter vittoria importantissima. Nella ripresa loro in sfiducia”

Articolo di
8 Marzo 2020, 23:23
Maurizio Sarri
Condividi questo articolo

Maurizio Sarri nel post-partita di Juventus-Inter, vinta 2-0 dai bianconeri, ai microfoni di “Sky Sport” ha parlato dell’esclusione di Paulo Dybala dal primo minuto e della vittoria decisiva per la corsa scudetto.

DYBALA IN PANCHINAMaurizio Sarri dopo Juventus-Inter ai microfoni di Sky comincia parlando della scelta di far entrare l’attaccante argentino solo a partita in corso e non titolare: «Dybala? Partire con Cuadrado alto ci lasciava fuori Dybala e Douglas Costa, senza una soluzione difensiva. La carta Dybala era importantissimo oggi giocarsi nel momento decisivo. Lo stavo mettendo un minuto prima che trovassimo il gol, poi ho deciso lo stesso di metterlo perché poteva essere decisiva per chiuderla».

LO SCUDETTO – Maurizio Sarri para nello specifico della vittoria, probabilmente decisiva per la lotta scudetto, ma non per lui: «Vittoria importante ma in questo momento ci sono ancora 12-13 partite da giocare, il percorso da fare è ancora lungo. Venivamo da una partita da una squadra che si era un po’ appiattita. Abbiamo scelto giocatori in base alle energie nervose e mentali viste in settimana, scelte che sono comunque momentanee. Magari tra 15-20 giorni la sensazione può essere diverse».

SU RAMSEY – Sarri parla della condizione di Ramsey, oggi autore del primo gol del vantaggio, e di Gonzalo Higuain: «Lui sostiene che ha bisogno di vedere più campo per avere più tempi di inserimento, però c’è anche da dire che in questo momento rispetto a quando faceva il trequartista è in una condizione psico-fisica diversa. In questo ruolo però effettivamente sta facendo bene. Gonzalo (Higuain, ndr) invece ha fatto una partita di sacrificio, gli è stato chiesto di fare una partita difensiva sacrificandosi molto, ha fatto una buona partita lontano la porta. Gli era stato chiesto di stare su Brozovic. ».

NEL SECONDO TEMPO – Maurizio Sarri dice secondo lui cosa è cambiato tra primo e secondo tempo: «Nel primo tempo hanno tentato molto di venire ad attaccarci alti, dopo l’uno a zero siamo andati in fiducia e abbiamo giocato venti minuti di gran livello, loro invece sono andati un po’ in sfiducia. L’aspetto positivo per noi è che abbiamo concesso pochissime palle gol a una squadra estremamente pericolosa come l’Inter».

EMERGENZA CORONAVIRUS – Maurizio Sarri conclude inevitabilmente parlando dell’emergenza Coronavirus: «È difficile. La categoria che mi fa più paura sono i tuttologi. Io sono l’allenatore e posso parlare di calcio, io qui sento argomenti in cui la mia conoscenza è troppo limitata per avere un’idea precisa di quello che sarebbe giusto fare. Oggi però mi sono chiesto se è giusto togliere due ore di divertimento e svago alle persone che sono bloccate in casa e far rischiare qualcosa agli addetti ai lavori. Ci vorrebbe una valutazione certa del rischio».


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer






ALTRE NOTIZIE