Pirlo: «Juventus non scesa in campo. Non potevamo fare partita peggiore»

Articolo di
17 Gennaio 2021, 23:12
Andrea Pirlo Juventus Andrea Pirlo Juventus
Condividi questo articolo

Andrea Pirlo ha rilasciato queste dichiarazioni, ai microfoni di “Sky Sport”, dopo il triplice fischio di Inter-Juventus

DELUSIONE – Inter-Juventus è terminata 2-0. Andrea Pirlo ha parlato così, intervistato da “Sky Sport”: «Abbiamo sbagliato l’atteggiamento, quando non hai la determinazione per vincere i duelli diventa difficile. Non siamo scesi in campo. Ci siamo abbassati e siamo stati timorosi, avevamo paura del gioco d’attacco dell’Inter e nella testa abbiamo pensato solo a fare la fase difensiva: ma neanche troppo. Se gli dai campo per il contropiede, diventano dolori. Brutta sconfitta, non potevamo fare una partita peggiore. Ma ora pensiamo a mercoledì che ci giochiamo una finale. In partite come questa, devi mettere la stessa voglia e rabbia degli altri, poi le qualità dei singoli vengo a parte. Foga agonistica va messa alla pari, non l’abbiamo messa dall’inizio e il risultato è stato questo.

ERRORI – Sulle lacune tattiche della partita, Pirlo si è espresso così: «La posizione di Cristiano Ronaldo? Si muove su tutto il fronte d’attacco, ha cercato spazio a destra perché aveva anche Chiesa, ha cercato di trovare spazio su Bastoni. Avevamo preparato la partita cercando di bloccare i loro cambi di gioco delle mezze ali, i gol sono arrivati da lì, ma se li fai crossare e non segui gli inserimenti diventa difficile. Le nostre ambizioni? Rimangono le stesse, in un lungo percorso capita di avere passi falsi, peccato perché avevamo una serie positiva. Questo atteggiamento non può capitare ad una squadra come la Juventus. Siamo stati troppo in balìa delle loro giocate e non abbiamo pensato a fare le nostre. Lenti nel far girare la palla, dovevamo farla girare tramite i centrocampisti per portare Chiesa all’uno contro uno e agli inserimenti di Ramsey tra le linee. Se giri sempre da dietro, loro si sistemano presto. Siamo passati poco tramite i centrocampisti e pochi filtranti tra le mezze ali. Il gioco era troppo lento e attendibile da parte dell’Inter. In primis sbaglia l’allenatore, mi prendo le mie responsabilità. Se la squadra non ha fatto quello che abbiamo provato, vuol dire che non avevamo capito. Ma siamo stati disordinati e la partita poi diventa più difficile».




© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.