Interviste

CONFERENZA – Inzaghi alla vigilia di Udinese-Inter: tutte le dichiarazioni

Inzaghi è stato protagonista della conferenza stampa di vigilia di Udinese-Inter. L’allenatore ha risposto alle domande dei giornalisti collegati, fra cui Inter-News.it, a partire dalle ore 16. Rileggi il contenuto della diretta testuale (aggiornato dal basso verso l’alto).

16.16 Si chiude qui la conferenza stampa di Simone Inzaghi, domani alle ore 18 Udinese-Inter.

A Radu avrebbe fatto comodo giocare qualche partita in più, magari la Coppa Italia, o per Inzaghi un errore così poteva capitare?

Si è sempre allenato nel migliore dei modi, è un ottimo ragazzo ben voluto da tutti. Non sono per l’alternanza di portieri: ci dev’essere una gerarchia. Handanovic ha fatto un’ottima stagione, Radu in allenamento mi dava sempre fiducia e non ho pensato fosse necessario fargli fare qualche partita in più.

Quando torna Bastoni?

Speriamo nella finale di Coppa Italia. Ha avuto un problemino nella rifinitura di Bologna, sembrava nulla di grave ma c’è qualcosa di più. Lo staff sta cercando di mettercelo a disposizione per la Juventus.

Preoccupano di più, in questo momento, squadre con un obiettivo o tranquille?

Sono tutte difficili, l’abbiamo visto mercoledì. Non starei qui a dire che dobbiamo pensare di trovare chi sta lottando per la salvezza o l’Europa League: dobbiamo dare il massimo e arrivarci con tutti i disponibili.

Ci credete ancora?

Più che pensare a quello che faranno il Milan e la Juventus penserei all’Udinese. Se n’è parlato poco ma è una squadra in salute, nel mese di aprile è rimasta come media punti solo dietro all’Inter. Affrontiamo una squadra con giocatori di qualità e di forza, dobbiamo fare attenzione alla partita che dobbiamo affrontare noi e non agli altri.

Inzaghi, perché l’Inter spesso non sfrutta il momento?

Quando si perde una partita ci sono sempre determinati errori. Per quanto riguarda mercoledì a Bologna dovevamo essere più cinici nel primo tempo, perché abbiamo creato tanto e avuto grandissimo predominio. Avremmo dovuto ammazzare la partita, invece l’abbiamo persa. Per me è fondamentale, era un recupero e ci avrebbe permesso di andare in testa. Dobbiamo focalizzarci su quello che dobbiamo fare noi, sulle nostre partite e su quello su cui possiamo incidere, senza guardare quello che succede negli altri campi. Sappiamo che è un campionato che riserva ogni domenica delle sorprese.

Domani giocheranno Radu e Dzeko?

Per quanto riguarda la formazione abbiamo qualche problematica. Rientrano Gosens e Vidal, non ci saranno Bastoni e Calhanoglu. Se non dovesse farcela Handanovic sicuramente giocherà Radu: ha la mia totale fiducia, si è sempre messo a disposizione anche se ha giocato pochissimo e ha una grande carriera davanti a lui. Per le altre scelte aspetto domani il risveglio muscolare, valuterò la condizione di tutti.

Rispetto alla sconfitta col Milan cosa c’è di diverso?

In entrambe le partite, rivedendole, avremmo meritato altro risultato. Sappiamo che il calcio è così, a Bologna abbiamo fatto a livello di intensità un ottimo primo tempo. Non avremmo dovuto finire sull’1-1, avremmo dovuto fare qualche gol in più. Un errore del portiere è risaltato di più, ma se la squadra fosse stata sull’1-3 non si sarebbe parlato dell’errore di Radu. Può capitare a tutti, rientra nei parametri del calcio sapendo che per noi era una partita importantissima. Questo recupero aveva fatto parlare tanti in questi quattro mesi, l’abbiamo giocato ora e abbiamo perso ma ci lecchiamo le ferite e non molliamo. Mancano quattro partite, in questi due giorni e mezzo ho visto la squadra reagire nel migliore dei modi.

Com’è stata la reazione dopo Bologna?

Chiaramente l’umore non era dei migliori, ma ho visto la squadra bene e un ottimo spirito di gruppo. So che la squadra ci vuole credere fino alla fine: abbiamo visto che quest’anno ogni partita è difficile, ogni campo non è semplice. La squadra ci proverà fino alla fine, sapendo che ci mancano quattro partite più la finale di Coppa Italia. Poi a fine stagione faremo la conta, ci auguriamo di dare altre soddisfazioni ai nostri tifosi dopo la Supercoppa.

Come sta Handanovic?

Ha un problema importante che non gli ha permesso di esserci a Bologna. C’è qualche speranza, domani mattina avremo il risveglio muscolare. Se non dovesse farcela abbiamo pronti sempre Radu e Cordaz all’occorrenza.

Come arriva la squadra?

Per domani abbiamo preparato la partita in due giorni e mezzo, però sappiamo che quando sei in un grande club è dall’inizio della stagione che giochiamo praticamente sempre. Rientra nella nostra routine stagionale.

16.00 Ecco Inzaghi.

12.15 Un quarto d’ora all’inizio della conferenza stampa di Simone Inzaghi. Il tecnico presenterà Udinese-Inter, partita in programma domani alle ore 18 alla Dacia Arena di Udine e valida per la trentacinquesima giornata di Serie A. Qui le parole di Cioffi, che ha già rilasciato le sue dichiarazioni alla vigilia.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh