Interviste

CONFERENZA – Inzaghi alla vigilia di Inter-Milan: tutte le dichiarazioni

Inzaghi è stato protagonista della conferenza stampa di vigilia di Inter-Milan. L’allenatore ha risposto alle domande dei giornalisti collegati, fra cui Inter-News.it, a partire dalle ore 12.30. Rileggi il contenuto della diretta testuale (aggiornato dal basso verso l’alto).

12.47 Si conclude qui la conferenza di Inzaghi, domani alle ore 21 Inter-Milan.

In alcune partite, fra cui Spezia e Fiorentina, ha cambiato entrambe le punte nello stesso momento. È soddisfatto della risposta avuta oppure era un qualcosa più della specifica situazione?

Io penso che la scelta degli attaccanti dipenda sempre dalle partite che andiamo ad affrontare. Venerdì secondo me Dzeko e Correa inizialmente hanno fatto un ottimo lavoro, i due subentrati hanno fatto altrettanto bene e segnato tutti e due. Poi ci sono altre partite dove si possono fare diverse scelte, come col Verona che ho deciso di inserire Gosens alzando la posizione di Perisic. È anche l’andamento della partita che ti fa fare determinate scelte.

Inzaghi ritiene che Dzeko e Lautaro Martinez giochino meglio con una punta di movimento come Sanchez e Correa?

Io penso che ho cinque attaccanti che, in questo momento, sono tutti in buona condizione e meriterebbero di giocare. Chiaramente bisogna fare delle scelte, però penso che possano giocare bene tutti fra di loro. Poi decido io chi far giocare e chi fa subentrare: fa parte del mestiere.

L’obbligo di vincere, come contro la Juventus, può essere una chiave per l’Inter in vista di domani?

Questo è quello che speriamo tutti. Chiaramente sappiamo che non abbiamo alternative, perché 0-0 si va ai supplementari e qualsiasi altro pareggio non si va in finale. Sapendo che è lunga bisognerà approcciarla nel migliore dei modi, ci sono già passato un anno con la Lazio che ho fatto 0-0 all’andata e ho giocato un ritorno in queste condizioni. A livello mentale e anche fisico si spenderanno tante energie.

Nel provare diversi calciatori al posto di Brozovic, secondo Inzaghi, qual è quello che riesce meglio a sostituirlo? Avete già pensato a colmare questa lacuna per l’anno prossimo?

Sappiamo dell’importanza che ha Brozovic nella nostra squadra. Quest’anno, sfortunatamente, è mancato per un periodo che è coinciso con quello nostro meno brillante. Ci sono state delle partite dove ha giocato Barella, Vecino o Calhanoglu, Vidal all’occorrenza l’ha fatto negli ultimi minuti a Liverpool molto bene. Alle spalle di Brozovic abbiamo tutte mezzali che hanno fatto stagioni importanti ma sono specialisti in quel ruolo e non come play, di volta in volta hanno cercato di dare il massimo per la partita che andavamo ad affrontare. Con la società se n’è parlato e probabilmente prenderemo qualcosa, però è una cosa che ora non mi interessa perché abbiamo questi ultimi quaranta giorni da fare nel migliore dei modi.

Dopo la vittoria con la Juventus l’Inter ha ritrovato il passo che aveva perso proprio perdendo il derby di campionato contro il Milan. Possono esserci degli effetti anche sulla corsa scudetto da domani?

Quello che penso è che ha una grandissima importanza e vale una finale, poi come ho detto prima secondo me dobbiamo essere bravi a scindere le cose e le due competizioni. Domani ci sarà assoluta priorità alla partita di Coppa Italia, che vale una finale, poi al triplice fischio indipendentemente dal risultato ci concentreremo sulla Roma, perché avremo tre giorni e mezzo per preparare una partita molto importante per il nostro campionato. Da venerdì, dopo la partita con lo Spezia, il nostro pensiero e le nostre motivazioni erano su domani.

Quanto vi brucia non aver ancora vinto un derby in stagione, avendone giocati tre?

Quello senz’altro, anche perché secondo me sono stati tre derby diversi uno dall’altro. I primi due di campionato secondo me li abbiamo giocati molto molto bene, nell’ultimo le squadre si sono equivalse entrambe sapendo che c’era una partita di ritorno e il peso del gol in trasferta. L’ultimo è stato un po’ più bloccato, chiaramente la squadra lo sa e sanno che in tre derby non abbiamo ancora vinto. Quella di domani sera è una grandissima occasione da sfruttare nel migliore dei modi.

A Roma ci ha messo meno tempo a vincere un derby con la Lazio: è arrivato il momento giusto per festeggiare la prima vittoria anche a Milano?

È quello che ci auguriamo tutti. Domani giochiamo nel nostro stadio, con un pubblico incredibile che ci ha sempre trascinati in questa stagione. Giochiamo in casa, nell’ultima col Verona lo stadio ci ha aiutati tantissimo. Domani sappiamo che non saremo soli, che il pubblico ci aiuterà sapendo che è una partita per noi importantissima con una posta in palio molto alta.

Qual è la difficoltà di approccio per una partita del genere, rispetto ai derby precedenti? Che commento ha Inzaghi sulla regola del gol doppio in trasferta?

Io penso che se n’era discusso prima della partita d’andata, dopo chiaramente in questi due mesi era troppo tardi. Il parere mio era che bisognava fare come deciso in Europa, però una volta lasciato così com’era è giusto andare avanti. Per quanto riguarda la partita chiaramente, come ho detto prima, ci sarà da avere una concentrazione più alta: non avendo segnato all’andata, dove ha giocato in casa il Milan, ogni momento può rivelarsi decisivo.

Rispetto ai due derby di campionato, che l’Inter per larghi tratti ha dominato, Inzaghi cosa vuole vedere di più per concretizzare?

Io penso che la concentrazione, in partite del genere, sapendo dell’importanza del gol in trasferta dovrà essere massima in ogni momento della partita. Sappiamo di affrontare un avversario di valore, che sta bene e sta facendo un bel percorso. Bisognerà tenere la concentrazione per tutti i novantacinque minuti, se basteranno, ed eventualmente per il prosieguo della partita.

Cosa hanno lasciato le precedenti partite contro il Milan? Vi sentite favoriti?

No, io penso che abbiamo visto fino ad adesso tre derby, due di campionato e uno di Coppa Italia, e penso che domani sappiamo che vogliamo vincere la partita per andare in finale. Chiaramente sappiamo che avremmo potuto ottenere di più negli altri derby, poi ragionando sappiamo che gli episodi sono determinanti durante la partita. Lì, sicuramente, dovevamo fare di più ed essere più bravi a indirizzare gli episodi nel momento giusto. Domani c’è un’altra partita importantissima, perché c’è una finale in palio.

Quanto è importante la partita di domani anche per la testa e il rush finale? L’esclusione di Lautaro Martinez è avvenuta anche per avere una reazione?

Io penso che, per quanto riguarda le scelte, un allenatore ha sempre tanti dubbi e tante scelte da fare quotidianamente. Adesso per quanto riguarda la partita di domani mancano ancora due allenamenti, cercherò di scegliere il meglio per la partita. Poi per quanto riguarda il rush finale secondo me dobbiamo scindere bene le due competizioni: sappiamo che domani è importantissima, è una partita di Coppa Italia, poi a seguire ci sarà il campionato sapendo che siamo in corsa per tutti e due gli obiettivi. Sappiamo che stiamo facendo un buon percorso, sapendo a gennaio di aver già vinto la Supercoppa Italiana.

Che partita si aspetta?

Io penso che la squadra arriva a questa semifinale carica e motivata. Sappiamo l’importanza della sfida, quello che rappresenta per i nostri tifosi e la nostra società. Arriviamo da tre vittorie consecutive, stiamo preparando molto bene la partita.

12.30 Ecco Inzaghi.

12.15 Un quarto d’ora all’inizio della conferenza stampa di Simone Inzaghi. Il tecnico presenterà Inter-Milan, partita in programma domani alle ore 21 allo stadio Giuseppe Meazza e valida per il ritorno delle semifinali di Coppa Italia. Qui tutte le dichiarazioni di Stefano Pioli, che ha già parlato.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Cambia le impostazioni della privacy
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh