x

Interviste

CONFERENZA – Inzaghi e Calhanoglu alla vigilia di Porto-Inter: le dichiarazioni

Advertisement

Inzaghi e Calhanoglu sono stati protagonisti della conferenza stampa di vigilia di Porto-Inter. L’allenatore e il centrocampista hanno risposto alle domande dei giornalisti presenti a partire dalle ore 20. Rileggi il contenuto della diretta testuale (aggiornato dal basso verso l’alto).

20.40 Si chiude qui la conferenza stampa di Inzaghi e Calhanoglu, domani alle 21 Porto-Inter.

Advertisement

Domani potrà essere una partita simile a quella di San Siro? Sérgio Conceiçao ha già eliminato altri club italiani.

Domani sappiamo che chiaramente affrontiamo una squadra di qualità, che abbiamo visto anche nel match d’andata. È una squadra completa, che ha qualità, quantità e uomini nell’uno contro uno oltre a difensori forti. Sappiamo della statistica del Porto, con le squadre italiane che negli ultimi anni hanno sofferto. Rispettiamo il Porto ma guardiamo a noi stessi.

Cosa pensa quando sente le critiche?

Penso che non ho mai risposto e che alla vigilia di una partita del genere non mi va di rispondere. So come va il calcio e chi vuole muovere le critiche come lo fa: è il campo che deve parlare, speriamo di farlo parlare come ha fatto in questi diciotto mesi nel bene e nel male.

Inzaghi, perché avere fiducia sull’Inter dopo i problemi in trasferta?

Per quello fatto in Champions League. Al sorteggio non molti di voi giornalisti vi aspettavate l’Inter agli ottavi, invece noi con Bayern Monaco e Barcellona volevamo farlo. Abbiamo fatto un match d’andata buono, adesso mancano i novanta più recupero di domani.

Vi siete confrontati sul momento della squadra col presidente?

Quello lo si fa quotidianamente. Dopo ogni match, col presidente e i direttori, si parla sempre nel bene e nel male. Come ha detto Hakan le squadre si vedono nel bene e nel male: eccetto una squadra in Italia tutte stanno tenendo il ritmo dell’Inter, che è seconda in campionato, in semifinale di Coppa Italia e domani avrà un ottavo importante. Quando ci sono sconfitte immeritate come venerdì bisogna stare tutti uniti, domani sappiamo di avere una partita da fare nel migliore dei modi.

Inzaghi, ha visto la vignetta del Porto? C’è voglia di dimostrare che gli italiani non sono solo pizza?

Sappiamo che è una partita molto sentita, fra due squadre arrivate con pieno merito superando due gironi difficilissimi. Domani sera ci sarà la resa dei conti dopo il primo match svolto a San Siro.

Marciniak è un arbitro di grande personalità, basterà per gestire la partita? Meglio Lukaku dal 1′ o a gara in corso?

Per quanto riguarda la formazione, Lukaku e Skriniar ho parecchi dubbi che chiaramente domani scioglierò. Per quanto riguarda l’attacco devo ancora decidere, Skriniar è fermo da due settimane e mezzo e oggi ha fatto il primo allenamento in gruppo. So cosa ha fatto per essere disponibili, dovrò valutare bene le sue condizioni: è un giocatore di grande temperamento ma è quindici giorni che è fermo. Su Lukaku e l’attacco vediamo domani, c’è anche Correa recuperato che per una parte di partita secondo me può aiutarci. Marciniak? A Barcellona fece una grande gara. Mi mandò fuori meritatamente, perché avevamo sbagliato un match point ed eravamo sul 3-3. Sono sicuro che farà una grande partita domani, è uno dei migliori d’Europa.

Questa partita può essere un’occasione?

Assolutamente. Sappiamo che partite simili le abbiamo già affrontate in stagione e l’anno passato. Possiamo fare il grande salto e andare nelle prime otto, per il secondo anno la società è riuscita ad arrivare di fila agli ottavi. Adesso lavoriamo quotidianamente per questo. Il primo tempo l’abbiamo fatto a San Siro, adesso abbiamo il secondo: sarà difficile e stimolante ma dovremo fare una grande gara di concentrazione, contro una squadra abituata a fare certe partite. Massima attenzione.

Quanta voglia c’è di reagire dopo lo Spezia?

Guardiamo al futuro. Quello successo a La Spezia accade una volta ogni cinquecento partite. Adesso pensiamo al Porto, partita molto difficile in uno stadio molto caldo che ha il nostro stesso obiettivo. Il primo tempo l’abbiamo giocato a San Siro, ora c’è il secondo contro una squadra di qualità e forte. Vogliamo giocarci le nostre qualità nel migliore dei modi.

20.28 Finisce Calhanoglu, ora spazio a Inzaghi.

Calhanoglu, vi siete guardati in faccia?

Quando cadiamo ci rialziamo e rispondiamo, abbiamo fatto sempre così nel bene e nel male. Questo significa tutti. Ho visto i miei compagni bene, siamo preparati bene come ho detto prima. Nel calcio succede sempre qualcosa, non puoi essere sempre al top: dobbiamo essere pronti anche nel male ma rispondere sempre in campo.

Il tuo agente ha detto che hai lo stesso body language di Pirlo, è a lui che ti ispiri?

Mi piace molto, ma non voglio parlarne. Io cerco di fare il mio lavoro e fare sempre il meglio.

Partita da testa fredda e cuore caldo. Quanto è importante domani avere senso d’appartenenza?

Sarebbe molto importante, non solo per noi calciatori e il mister ma anche per il club sarebbe molto bello passare questo match. Sappiamo che domani sarà una gara molto pesante, conosco molto bene l’atmosfera perché ho già giocato qui. I miei compagni sono carichi, li ho visti molto bene: domani dobbiamo mettere il nostro cuore in campo e dare il massimo fino all’ultimo minuto. Loro sono già preparati a tutto, il portoghese lo conosco bene e lo dico con tutto rispetto: siamo preparati anche noi.

Che spiegazione vi siete dati per il momento della squadra?

L’ultima partita è già passata, non vogliamo parlare di questa partita. In Champions League abbiamo fatto sempre bene, domani vogliamo passare ai quarti: questo è il nostro obiettivo, ci penseremo solo da domani. Il passato è già passato e non voglio neanche pensarci.

20.24 Comincia Calhanoglu.

20.15 Ancora un po’ di attesa prima della conferenza stampa, evidentemente in ritardo.

20.03 Fra poco le parole di Calhanoglu e Inzaghi.

19.45 Un quarto d’ora all’inizio della conferenza stampa di Simone Inzaghi. Il tecnico presenterà Porto-Inter, partita in programma domani alle 21 ora italiana all’Estadio do Dragao e valida per il ritorno degli ottavi di finale di Champions League. Con lui ci sarà anche Hakan Calhanoglu. Nell’attesa qui le parole di Sérgio Conceiçao e Wenderson Galeno in conferenza nel primo pomeriggio.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale



Articoli correlati

Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Detected!!!

Abbiamo notato che sta usando un AdBlocker. INTER-NEWS.IT sostiene spese ingenti di personale, infrastrutture tecnologiche e altro e disabilitando la pubblicità ci impedisci di guadagnare il necessario per continuare a tenerti aggiornato con le notizie sull\\\'Inter. Per favore inserisici il nostro sito nella tua lista di esclusione del tuo AdBlocker.

Grazie.