Interviste

CONFERENZA – Ancelotti e Casemiro alla vigilia di Real Madrid-Inter

Ancelotti e Casemiro sono stati protagonisti della conferenza stampa di vigilia di Real Madrid-Inter. L’allenatore e il centrocampista hanno risposto alle domande dei giornalisti collegati a partire dalle ore 13. Rileggi il contenuto della diretta testuale (aggiornato dal basso verso l’alto).

13.41 Si chiude qui la conferenza stampa di Casemiro e Ancelotti, alle 18 parleranno Inzaghi e Perisic.

Domanda per Ancelotti: le partite più difficili per l’Inter sono quelle dove si è pressato di più Brozovic, ci sta pensando? Ha amarezza per come è andata a Napoli?

Brozovic è uno dei giocatori migliori dell’Inter, ma non il solo: la squadra si muove molto bene, sa far giocare la palla ed è brava anche in fase di non possesso. Brozovic è un giocatore importante, stiamo pensando a come bloccarlo. Ci stiamo concentrando tanto sulla nostra fase difensiva, così come sull’offensiva. Sul Napoli posso dire che l’ho portato agli ottavi di Champions League.

Domanda per Ancelotti: ha detto che Alaba si è adattato molto bene, come c’è riuscito?

È un giocatore molto intelligente, si è adattato molto bene. Voleva giocare in questa squadra e lo sta facendo molto bene, poi si combina molto bene con gli altri giocatori in difesa.

Domanda per Ancelotti: state già pensando al derby?

La priorità è la partita con l’Inter, non certo quella con l’Atlético Madrid di domenica.

Domanda per Ancelotti: che importanza ha chiudere primo nel gruppo?

È una partita di prestigio per noi. Giochiamo contro una squadra che sta facendo molto bene, in questo periodo sta giocando un gran calcio. Ci giochiamo il passaggio del turno che è importante, poi giochiamo nel nostro stadio con i nostri tifosi. Questi sono tre motivi importanti per avere una partita molto interessante.

Domanda per Ancelotti: siete a otto vittorie consecutive, nella sua prima esperienza è arrivato a ventidue ma nonostante ciò a fine stagione era stato rimpiazzato. Sono situazioni comparabili?

Molto complicato fare paragoni, perché ogni anno ha la sua storia. È vero che nel mio secondo anno al Real Madrid non abbiamo avuto successi, ma ci siamo andati molto vicini. C’è stato un periodo fra gennaio e febbraio che non era andato bene, per via di tanti infortuni determinanti fra cui quella di Modric. Però ogni stagione ha la sua storia, non è paragonabile.

Domanda per Ancelotti: cos’è cambiato da inizio stagione su Éder Militao?

Ha qualità top, è molto forte di testa e nell’uno contro uno. Ha migliorato l’affiatamento con Alaba e gli altri difensori.

Domanda per Ancelotti: ritiene di essersi rilanciato dopo qualche anno?

Non devo dimostrare niente a nessuno. Ho un gruppo molto giovane, che genera grande entusiasmo e che ha voglia di apprendere e cercare qualcosa di nuovo. Con questo gruppo mi trovo molto bene, possiamo combinare l’entusiasmo loro con l’esperienza mia.

Domanda per Ancelotti: il Real Madrid è favorito per vincere la Champions League?

Favorito no, però abbiamo le qualità e la storia per competere. Alla fine bisogna battere i migliori per vincere questa competizione, che sia agli ottavi o ai quarti. Se l’obiettivo è arrivare alla fine del torneo non importa se affronti una squadra forte agli ottavi o ai quarti: devi vincere, punto. Possiamo competere, non so dire se possiamo vincere ma è sicuro che ce la giochiamo.

Domanda per Ancelotti: Varane ha parlato di recente del fatto che al Real Madrid si giochi sempre per vincere. È vero?

Questo club è il migliore al mondo, ha vinto tanti titoli soprattutto in Europa e ha questo tipo di esigenza. È vero che la decima Champions League vinta l’abbiamo celebrata, però dobbiamo guardare avanti. Questo è quello che chiede il club e la tifoseria.

Domanda per Ancelotti: immagina di alzare la quattordicesima a maggio?

Non ho quest’idea in testa. Voglio seguire nel momento, che è buono, preparare le partite e la strategia. Domani vogliamo giocare per chiudere al primo posto, contro una squadra forte che sta giocando bene. È una partita di Champions League, vogliamo vincerla per questo motivo. Arrivare alla fine di questa competizione è molto difficile, ma l’obiettivo è arrivare a vincere e in finale, perché se vuoi vincere prima devi arrivare in finale.

Domanda per Ancelotti: cosa si può aggiungere a questo gruppo?

Stiamo mostrando qualità importanti, questo è il motivo della striscia vincente. Siamo tutti compatti.

13.26 Finisce qui la conferenza stampa di Casemiro, ora tocca ad Ancelotti.

Domanda per Casemiro: Vinicius Junior è il miglior giocatore brasiliano del momento in Europa?

Lo vedo tutti i giorni, conosco la sua qualità. Sta dimostrando in ogni partita che è molto forte e decisivo, ma è difficile dire se sia il miglior giocatore brasiliano in attività. Ci sono altri grandi giocatori, come Gabriel Jesus e Firmino o Neymar. Non posso fare un nome specifico, certo Vinicius Junior è in un grande momento ed è una realtà per il nostro club, un grandissimo giocatore che aiuterà per i prossimi quindici anni.

Domanda per Casemiro: come si sopperisce all’assenza di Benzema? Quanto sta crescendo Camavinga?

Abbiamo perso il miglior centravanti del mondo e uno dei migliori giocatori. Abbiamo Jovic e Mariano Diaz che possono giocare al suo posto, l’altro giorno Jovic ha fatto una grande partita in una situazione complicata e bisogna complimentarsi con lui. Non è facile avere tanti minuti avendo davanti il miglior numero 9 al mondo. Camavinga è giovane, ha grande voglia e umiltà di apprendere. È il presente del club, non il futuro: lo staff tecnico ha molta fiducia in lui, per avere solo diciotto anni.

Domanda per Casemiro: qual è il segreto di Ancelotti e del suo staff in questa sua seconda esperienza?

Mi ha sorpreso molto, non solo lui ma il suo staff tecnico. Hanno grande voglia, soprattutto, di vincere e di dimostrare che Ancelotti sia un allenatore top. La voglia che trasmettono nelle partite mi ha sorpreso tanto: dopo tanti anni nel calcio è normale che pensare di essere un po’ più rilassato.

Domanda per Casemiro: Ancelotti ha parlato molto bene di te, Kroos e Modric. Come ti trovi con l’allenatore italiano?

Senza dubbio quando ascolti una persona con oltre sessant’anni, di cui più di quaranta in campo, che parla bene di te rimani molto felice. È una persona che capisce molto di calcio, un allenatore che sta molto vicino a noi: lo ammiro molto. Nella sua prima esperienza c’erano Xabi Alonso e Khedira, ma ho imparato molto da lui. Quando si parla di un’icona del calcio come Ancelotti, e lui ha buone parole su di me, devo solo ringraziare lui e il suo staff tecnico, che stanno facendo un grande lavoro per farci vincere le partite.

Domanda per Casemiro: Éder Militao e Alaba hanno rimpiazzato Sergio Ramos e Varane?

Sergio Ramos e Varane hanno marcato un’epoca in questo club: uno era il capitano, l’altro un giocatore che ha fatto tanto e vinto tutto qui. Però Éder Militao e Alaba non li hanno fatti rimpiangere, stanno facendo un campionato incredibile. Su Alaba ce l’aspettavamo, sapevamo dai tempi del Bayern Monaco che giocatore era. Però ci sono anche altri elementi, come Nacho, e Courtois in porta: tutte le partite vogliamo dimostrare di essere di alto livello.

Domanda per Casemiro: sembra che il futuro di Mbappé sarà nel Real Madrid, credi che possa giocare bene con Vinicius Junior?

Mbappé non è un giocatore nostro, è complicato parlarne. Però dobbiamo essere coerenti e dire che è un gran giocatore, fra i migliori al mondo. Mbappé è compatibile con qualsiasi giocatore al mondo, sia lui sia Vinicius Junior sono in un momento incredibile della loro carriera. Ma non possiamo parlare di un giocatore nella nostra rosa.

Domanda per Casemiro: nello spogliatoio bisogna un po’ frenare l’euforia?

Quando si parla del Real Madrid bisogna sempre pensare di essere in testa alla classifica, è la storia di questo club. Abbiamo dei meriti per essere il miglior club al mondo, lavoriamo per essere sempre ai vertici. Però la chiave di tutto questo è affrontare qualsiasi partita come se fosse quella decisiva: sappiamo come farlo.

Domanda per Casemiro: al momento Vinicius Junior è il giocatore nello stato di forma migliore al mondo?

Difficile, abbiamo altri giocatori in gran forma. C’è Benzema, Courtois in un momento incredibile, Kroos che sta facendo un’ottima stagione. Parlare di Vinicius Junior in relazione a giocatori di altri campionati è difficile, perché non possiamo sapere lo stato di forma degli altri tutti i giorni. Ma lui sta facendo un’ottima stagione.

Domanda per Casemiro: come vedi il momento della squadra?

Molto buono. Dobbiamo approfittarne, perché siamo umani e pur non volendolo prima o poi ne arriverà uno peggiore. Abbiamo una buona rosa, le partite sono difficili e contro il Real Madrid tutti danno qualcosa in più. La chiave di tutto questo è il lavoro dell’intera rosa: siamo in una buona striscia vincente ma il Real Madrid esige di vincere sempre.

Domanda per Casemiro: cosa hai detto in estate a Vinicius Junior per farlo rendere così?

Non sono solo io, ci sono anche altre persone vicine a noi fuori dal campo. Sono un umano, non un robot (ride, ndr). Lo staff tecnico è a conoscenza di come si riposa, di quanto si può giocare. Per noi è un privilegio avere Vinicius Junior, deve continuare a godersi il momento che è molto buono. Sabato è rimasto tranquillo e ha fatto un gran gol, questo è importante per noi: pochi giocatori hanno la capacità di risolvere le partite così.

Domanda per Casemiro: ritieni di essere un esempio per gli altri giocatori brasiliani in rosa?

Quando si parla del Real Madrid si esige il massimo. Per questo siamo il miglior club del mondo. Quello che dico sempre a loro è che, pur essendo giocatori giovani appena usciti dal Brasile, devono adattarsi rapidamente perché altrimenti diventa tutto più difficile. Ma devono godersi il momento: quello che Vinicius Junior, Éder Militao e Rodrygo hanno ottenuto in questa stagione è incredibile. Devono continuare a lavorare, arriverà un momento in cui non staranno così bene ma devono mantenere la mentalità giusta.

Domanda per Casemiro: pensi di poter gestire il minutaggio?

C’è uno staff tecnico, anche Pintus che fa un grande lavoro: sanno tutto. È chiaro che è sempre importante avere una buona rosa, abbiamo tanti giocatori come per esempio Camavinga, Valverde, Asensio e Isco. Questo è importante, poi è un privilegio giocare con Modric e Kroos però la cosa principale è avere una buona rosa per poter vincere titoli.

Domanda per Casemiro: quali garanzie dovranno esserci sulla partita di domani?

Io credo che, come sempre, dobbiamo affrontare le partite con grande rispetto. L’Inter è un’ottima squadra, dobbiamo approcciare la gara con rispetto nei confronti del rivale che ha vinto la Serie A. Sarà una partita molto difficile, rispettiamo l’avversario.

13.02 Prima di Ancelotti parlerà Casemiro.

12.45 Un quarto d’ora all’inizio della conferenza stampa di Carlo Ancelotti. Il tecnico presenterà Real Madrid-Inter, partita in programma domani alle ore 21 all’Estadio Santiago Bernabéu e valida per la sesta giornata del Gruppo D di Champions League. Con lui ci sarà anche il centrocampista Casemiro. Qui gli aggiornamenti sull’infortunio di Karim Benzema.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh