Interviste

Inzaghi: «Vittoria sofferta, bravi a riprenderla. Felice di lavorare così»

Simone Inzaghi, intervistato durante il post partita di Verona-Inter, ha parlato della vittoria dei nerazzurri contro gli scaligeri per 1-3 grazie alla doppietta di Correa nella ripresa

SOFFERENZA − Così Inzaghi sul successo di Verona: «Vittoria sofferta nonostante un buon approccio alla partita. Bene il primo quarto d’ora, poi abbiamo preso gol e fatto poco per mobilità e lucidità. Nella ripresa siamo stati bravi a reagire con Lautaro Martinez e i cambi hanno fatto la differenza. La vittoria conta non tanto per i punti perché ancora è presto, ma per il morale e il gruppo. Lo scorso anno l’Inter ha vinto faticando contro il Verona».

ERRORE − Queste le parole di Inzaghi sul gol preso: «Sapevamo che il Verona sarebbe venuto uomo contro uomo. Il primo attacco veniva da Mattia Zaccagni, doveva venire Marcelo Brozovic. Purtroppo sia Samir Handanovic che Brozovic potevano fare meglio e abbiamo subito gol. A volte le mezzali intasavano un po’ il campo. Abbiamo faticato anche a causa del Verona. Nel primo tempo hanno tenuto un grande ritmo».

FELICE − Il tecnico nerazzurro è entusiasta del gruppo: «Io, come ho detto alla vigilia, sono soddisfatto per quello che vedo tutti i giorni. Achraf Hakimi non l’ho visto, è fortissimo ma lo deve vedere sul campo sempre. Romelu Lukaku è fortissimo ma ci ha spiazzato, però la società è stata brava a sostituirlo con ottimi giocatori. Sono felice di essere a capo di questa squadra. Bene le prime due partite, poi bisogna ripensare alla ripresa. Andranno via in 20, resteremmo solo in 5-6 ma dobbiamo lavorare bene perché si riparte molto forti».

TIFOSI − Infine, Inzaghi ha ringraziato i sostenitori dell’Inter sempre presenti: «Fa piacere. Già alla prima amichevole i tifosi mi hanno adottato. Devo ringraziarli in nome di tutta la squadra. Ci hanno incitato dal primo all’ultimo minuto».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button