IntervistePrimo Piano

Inzaghi: «Sheriff-Inter decisiva! Io e la squadra non pensiamo al derby»

Inzaghi ha parlato alla vigilia di Sheriff-Inter, in programma domani alle ore 21. Il tecnico, in conferenza stampa assieme a Ranocchia (vedi articolo), ribadisce l’importanza della gara in Transnistria.

CONFERENZA INZAGHI – Questa la conferenza stampa di Simone Inzaghi alla vigilia di Sheriff-Inter.

La vittoria con l’Udinese ha dato un segnale importante per chi non gioca tantissimo?

Io penso che ne avevamo bisogno. Abbiamo fatto due partite, con Empoli e Udinese, molto buone e le abbiamo fatte diventare semplici. Non era così: erano due partite insidiose, i ragazzi sono stati bravi e abbiamo fatto due partite solide, dove abbiamo concesso poco. Ho avuto l’opportunità di ruotare i giocatori, questo è il massimo per un allenatore: vedere che cambi dei giocatori e il risultato è sempre uguale. Sono stati bravi i ragazzi in queste due partite, però sappiamo che domani è una partita importante per dimostrare di essere forti anche in Europa.

Per Inzaghi la partita di Milano può aver dato consapevolezza per la Champions League, sbloccando l’Inter?

Per quanto riguarda la partita dell’andata era decisiva come domani. Siamo stati bravi all’andata, li abbiamo affrontati con tantissimo rispetto però da Inter. Secondo me abbiamo giocato un ottimo calcio e visto le potenzialità di questa squadra, che non per caso ha battuto Real Madrid e Shakhtar Donetsk. Sappiamo le insidie di questa gara, sappiamo di dover fare un’ottima partita concentrati sapendo che affrontiamo un avversario che ha individualità e forza nelle ripartenze. Bisognerà essere bravi ad attaccare ma sempre mantenendo l’equilibrio.

Le due vittorie in campionato possono aiutare in Champions League? Quanto peserebbe una vittoria domani?

Sappiamo che domani è una partita decisiva, perché lo Sheriff avendo vinto le due gare ci aveva fatto capire di dover fare punti in entrambe le gare. Sappiamo dell’importanza della partita di domani e siamo concentrati esclusivamente su questa. Domenica abbiamo una partita importante e sappiamo cosa significa, ma il pensiero mio e della squadra è solo sullo Sheriff.

Perché l’Inter non si è allenata a Tiraspol ed è arrivata avendo già fatto la rifinitura?

Per quanto riguarda l’organizzazione abbiamo preferito allenarci ad Appiano Gentile, fare il pranzo in Italia e fare la ricognizione. Bisogna fare i complimenti: abbiamo trovato un ottimo impianto con un ottimo campo.

Dopo aver ritrovato l’equilibrio Inzaghi pensa che all’Inter manchi ancora un po’ di cinismo?

Siamo il miglior attacco della Serie A, quindi siamo una squadra a cui piace costruire e segnare. Anche la partita con l’Udinese non era semplice ma abbiamo creato tantissimo e fatto tantissimi tiri in porta. Dobbiamo continuare in questo modo, come sono state le ultime due partite, cercando di costruire sempre tanto senza perdere equilibrio.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button