Interviste

Handanovic: «Finale un orgoglio dopo percorso! Approccio? Non voluto»

Handanovic era il giocatore in conferenza stampa assieme a Inzaghi prima di Juventus-Inter (vedi articolo). Alla vigilia della finale di Coppa Italia il capitano ripercorre anche i suoi dieci anni in nerazzurro.

CONFERENZA HANDANOVIC – Questa la conferenza stampa di Samir Handanovic alla vigilia di Juventus-Inter.

Cosa significa questa finale?

Per noi essere qui è motivo d’orgoglio. Volevamo andare dopo tanti anni che l’Inter non c’è stata, siamo contenti. Partite con la Juventus quest’anno ne abbiamo giocate tre, sono state tutte combattute e ci serviva attenzione e concentrazione. I dettagli decideranno la partita.

Come si affronta?

Dobbiamo essere più bravi di loro. Non basta una cosa, abbiamo visto in queste tre partite che abbiamo giocato che sono state equilibrate. Magari a Torino loro hanno fatto un po’ meglio di noi, in Supercoppa Italiana e in casa meglio noi. Però potevamo vincere, come abbiamo vinto noi potevano vincere loro. Mi aspetto una partita combattuta ed equilibrata.

Cosa vi aspettate domani?

Dobbiamo mettere in campo quello che abbiamo preparato, penso sia questo: come ti alleni così giochi. Questo è il succo della nostra stagione, per come vedo io il calcio. Mi aspetto quello che ho visto questa settimana di vederlo in campo.

Per Handanovic più difficile vincere domani la finale o recuperare il distacco dal Milan?

Bella domanda, non lo so. Sicuramente pensiamo a domani, è il primo passo: il futuro è domani, poi vediamo.

A volte è mancato qualcosa nell’approccio, che cosa?

Succede a tutte le squadre. L’approccio di solito viene a mancare quando giochi tante partite, ci sta che abbia un passaggio a vuoto e che ti serva per reagire. Non è che lo fai volutamente: viene quando ne giochi tante. È più facile non sbagliare approccio per chi gioca una volta a settimana.

Cos’è cambiato nello spogliatoio in questi anni?

Tante cose, dalla proprietà agli obiettivi. C’è stato un percorso per arrivare di nuovo a competere, sono stati difficili per l’Inter dove non eravamo abituati. Però con il lavoro di tutti quelli che vogliono bene all’Inter si è arrivato a questo: competere di nuovo per i trofei, dove l’Inter vuole stare.

Handanovic, potesse togliere un giocatore alla Juventus?

Nessuno, perché nelle finali bisogna giocare con gli uomini migliori. Per caratteristica aspettano un po’ più alti per ripartire.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh