Interviste

Gasperini: “Gosens e de Roon out, ma anche un altro. Conte un esempio”

Gasperini ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Atalanta-Inter, sfida valida per la settima giornata di Serie A. Il tecnico dei bergamaschi fa un po’ il punto della situazione sugli infortunati e tesse le lodi di Antonio Conte. Di seguito le sue dichiarazioni

ACCORGIMENTI Gian Piero Gasperini fa intendere che per Atalanta-Inter userà qualche accorgimento in più: «Non sono cambiamenti, ma adeguamenti al momento e alla situazione. Va verificato il fatto che stiamo prendendo qualche gol di troppo e dobbiamo avere maggiore attenzione e protezione, che non significa stravolgimenti ma solo accorgimenti che ci possono tutelare meglio in questo momento anche di emergenza».

ALTI E BASSI – Gasperini non si fida degli alti e bassi dei nerazzurri di Antonio Conte: «L’Inter per me è un’ottima squadra a prescindere, poi come tutti sta facendo alti e bassi nelle prestazioni, pero è una grande squadra. Se darò spazio a gente come Ruggeri, Sutalo e Pessina? Vediamo, perché abbiamo qualche defezione ancora, a parte quelle di Gosens e de Roon mancherà anche Palomino e quindi se non per tutta la partita ma a gara in corso potrebbe essere. Su quali tasti bisogna battere in questo momento? Noi viviamo di presente, a un certo punto bisogna anche guardare avanti. Il presente è la partita con l’Inter, abbiamo una buona posizione in classifica, la Champions è tutta da giocare e quindi questi sono i tasti da affrontare. Come sta Mirancuk? Fisicamente è guarito, si sta allenando. In questo momento la necessità più importante è a centrocampo e in difesa, e quindi non è la priorità in questo momento».

ESEMPIO – Per finire Gasperini tesse le lodi di Conte: «Se ai tempi della Juventus mi sono mai ritrovato Conte in Primavera? È venuto qualche volta in Primavera per recuperare da qualche infortunio. Lui è sempre stato un grande professionista, un esempio per i ragazzi. Giocava in Primavera con lo stesso entusiasmo ed è sempre stato un punto di riferimento per tutti e un piacere lavorare con lui. La partita è bella impegnativa per tutte e due le squadre. Uscirà una partita difficile, però insomma arriva anche al momento giusto. Poi ci sarà la sosta di mezzo che chiuderà questa fase di alti e bassi, pero è una gara che ora può dire lo stato di condizione nostro».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh