IntervistePrimo Piano

Conte: “Ultima all’Inter? Io vivo il momento. La gente ricorda le vittorie”

Conte ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Siviglia-Inter, finale di Europa League in programma domani alle ore 21. Queste le parole del tecnico ai giornalisti direttamente dallo Stadion Koln di Colonia.

CONFERENZA CONTE – Questa la conferenza di Antonio Conte alla vigilia di Siviglia-Inter.

In carriera, da giocatore, hai giocato tantissime finali e le hai vinte. I giocatori no: c’è qualcosa da questo punto di vista che trasferirai ai giocatori?

La cosa semplice da spiegare è che, da giocatore, ho giocato tante finali. Ho vinto, ma anche perso tanto: quello che mi sono accorto è che la gente si ricorda quando vinci. Ho vinto una Champions League, ma ne ho perse tre: quello che ricordi è quello che vinci. È così, l’ho anche detto in passato, ci dev’essere da parte nostra l’entusiasmo di avere fatto un percorso importante in Europa League, che ci ha dato esperienza. A questi calciatori la darà sicuramente per il futuro, dobbiamo essere orgogliosi di aver trovato una finale dopo dieci anni per un club prestigioso come l’Inter. Al tempo stesso dobbiamo sapere, come dico sempre, che la storia la scrive chi vince. Alla fine ci si ricorda solo di chi ha vinto. È un peccato, ma al tempo stesso è una spinta in più per cercare di ottenere il massimo.

Al primo anno Conte ha sempre vinto un trofeo. Quando ti sei reso conto che la squadra poteva arrivare sino in fondo?

La percezione? Avevo parlato che, comunque, nel momento in cui avrei accettato un incarico dovevo sentire anche la minima possibilità, l’1%, di poter competere per vincere qualcosa. Penso che i ragazzi, lo staff e tutti quelli che hanno lavorato con noi ci hanno fatto crescere la percentuale di vincere giorno dopo giorno. Ho trovato un gruppo encomiabile da questo punto di vista: grande disponibilità, voglia di lavorare, di mettersi a disposizione ed essere protagonisti. Penso che, alla fine di tutto, siamo comunque riusciti a essere competitivi in tutte le competizioni a cui abbiamo partecipato. Questo è merito dei ragazzi, la percezione mia è aumentata col passare dei giorni lavorandoci: le idee attecchivano, ci credevano sul lavoro che facevamo. È aumentato anche il coraggio: penso che, aumentando il coraggio, siano aumentate le nostre possibilità di poter portare a casa una vittoria importante come l’Europa League. Dobbiamo dimostrare di meritarlo, contro una squadra difficile, ma noi ci siamo qua. Dobbiamo goderci il momento, allo stesso tempo dare tutto per portare una gioia ai tifosi e al club.

Cosa fa più paura a Conte del Siviglia?

Come detto in precedenza la parola “paura” non fa parte del mio vocabolario e non voglio che faccia parte del vocabolario dei miei giocatori. Così come per lo Shakhtar abbiamo rispetto del Siviglia: rispettiamo la storia e la loro esperienza in questa competizione. Abbiamo grande rispetto, ma se siamo arrivati qui in finale è perché abbiamo le nostre carte da giocare. Cercheremo di giocarcele nel migliore dei modi.

Può essere l’ultima partita di Conte da allenatore dell’Inter?

Per quello che mi riguarda diciamo che, negli anni, ho imparato a vivere i momenti. In questo preciso istante mi sto vivendo il momento di fare una conferenza stampa accanto a due campioni con Godin e Handanovic, una conferenza stampa di una finale di Europa League. Sappiamo che a domani ci dobbiamo arrivare: domani cercherò di vivermi una finale. Questo ho imparato nella mia carriera: vivermi il momento, pensare all’adesso e viverlo a 360°.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.