Interviste

Conte: “Troppa negatività intorno all’Inter! Ora tutti sulla stessa barca?”

Antonio Conte ha parlato ai microfoni di “Sky Sport 24” dopo la vittoria ottenuta dall’Inter contro il Sassuolo nel primo anticipo della nona giornata del campionato di Serie A

DIAMO IL MEGLIO – Conte sottolinea come l’Inter dia sempre il meglio: «Noi cerchiamo di dare il meglio, a volte ci riusciamo a volte no, ma diamo sempre il 100%. L’inerzia si può spostare o meno, ma l’importante è uscire sempre dal campo con la maglia sudata».

I CAMBI TATTICI – Conte nega abbia fatto dei cambi tattici: «No non è cambiato assolutamente niente».

PARTITA PREPARATA – Conte parla della preparazione della partita: «La partita è stata preparata in una determinata maniera, c’è sempre necessità di rispettare l’avversario. Barella ha giocato davanti alla difesa per la prima volta, ma aveva compito di alzarsi in determinate situazioni. Abbiamo rispettato il Sassuolo e alla fine c’è stata una bella vittoria».

NON LA PRESTAZIONE MIGLIORE – Conte non crede che oggi sia stata la miglior Inter della stagione: «Il risultato è il migliore della stagione, ma prestazioni ne abbiamo fatte di molto meglio. E’ il risultato che condiziona sempre i giudizi».

IL FURORE – Conte parla del “furore”: «Se parliamo di furore sono d’accordo, di qualità calcistica abbiamo fatto altre volte prestazioni migliori. Bisogna distinguere bene. Se riesci ad abbinare tutte e due diventi più forte. E’ stata una buonissima prestazione, ma ne abbiamo fatte di migliori anche quando il risultato non ci ha sorriso».

TROPPO ACCANIMENTO – Conte denuncia l’accanimento sull’Inter: «Le partite cambiano, non c’è sempre lo stesso spartito. Dobbiamo adeguarci a qualsiasi situazione. Per quanto riguarda oggi era una partita preparata, studiata, anche se non abbiamo avuto tantissimo tempo. Complimenti ai calciatori, non è semplice. All’Inter non è semplice in generale, complimenti ai calciatori. Non è semplice niente, all’Inter penso che sia una squadra dove non si veda l’ora di buttare negatività su tutto l’ambiente. Noi dobbiamo essere bravi, ermetici, pensare a noi stessi, continuare a lavorare sapendo che c’è gente che non vede l’ora di buttare non dico cosa. Io di squadre ne ho allenate, ma vedere questo accanimento intorno all’Inter a prescindere diventa difficile per il calciatore dare il meglio. Loro sono bravi, siamo un fronte unico e dovremo continuare ad esserlo. Alcune situazioni ci devono dare più forza».

LE PAROLE DELLA SOCIETA’ – Conte parla delle parole di ieri di Marotta e Zhang: «Le responsabilità vanno sempre divise. Solo tre mesi fa ho detto determinate cose, non è passato tantissimo tempo. Nel bello e cattivo tempo bisogna essere uniti. Nelle cose positive è giusto dividersi i meriti, ma se ci sono cose negative non penso sia giusto che debbano riceverle solo calciatori e allenatore. Calciatori e allenatore possono essere una soluzione, non la soluzione. Bisogna essere tutti uniti e quando c’è la barca in tempesta salirci sopra e remare nella stessa direzione senza lasciare che affondi l’allenatore o qualche calciatore. Siamo tutti sulla stessa barca? Me lo auguro».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.