Conte: “Tridente forzato, speranza! Eriksen in attacco? Difficile. Barella…”

Articolo di
29 Gennaio 2020, 23:28
Antonio Conte - Rai Antonio Conte – Rai
Condividi questo articolo

Conte ha parlato al termine di Inter-Fiorentina ai microfoni di “Rai Sport”, sfida valida per i quarti di finale di Coppa Italia vinta dai nerazzurri per 2-1. Di seguito le dichiarazioni del tecnico leccese

VITTORIA MERITATAAntonio Conte parla ai microfoni di “Rai Sport” al termine di Inter-Fiorentina: «Penso che per quel che abbiamo creato noi e quello che ha creato la Fiorentina, sia una vittoria meritata. Siamo contenti di aver passato il turno, di essere in semifinale e di affrontare un’ottima squadra come il Napoli. Cerchiamo di andare avanti in tutte le competizioni perché abbiamo voglia di giocare e migliorare. Oggi era una partita secca e bisognava vincere per andare avanti. Per quanto riguarda i pareggi, ci possono stare. Contro il Cagliari abbiamo avuto tantissime occasioni, quando lasci aperta la partita come oggi poi un tiro da 25 metri o un calcio da fermo può cambiare le sorti del risultato».

INGRESSO FORZATO – Conte parla dell’esordio di Christian Eriksen: «Innanzitutto dobbiamo cercare di recuperare qualche calciatore perché oggi per via di problemi che mi auguro non siano grossi eravamo solo con Matias Vecino e Nicolò Barella. Abbiamo forzato anche l’ingresso di Eriksen, che si è allenato solo ieri con noi. Deve entrare nell’idea ma ha già dimostrato le sue qualità. E’ un giocatore che ha personalità. Ci alza il livello di qualità ed esperienza. Mi auguro solo questo, di recuperare giocatori in mezzo al campo perché siamo un po’ in difficoltà».

ERIKSEN E BARELLA – Conte parla poi del potenziale ruolo di Eriksen: «Eriksen in attacco? Come attaccante diventa difficile. Sicuramente è duttile, ha propensione all’ultimo passaggio, al gol anche. Al tempo stesso vede il gioco ed è molto intelligente. E’ inevitabile che più lavorerà con noi e più entrerà nell’idea. Oggi abbiamo dovuto preparare la partita in un giorno, perché Stefano Sensi e Borja Valero erano indisponibili. Abbiamo provato qualcosa di diverso, quando improvvisi devi sperare che vada bene. Poi siamo riusciti a metterci con il nostro sistema e le cose sono migliorate. Eriksen può giocare in diversi ruoli del centrocampo. 

LIVELLI DA RITROVARE – Barella ha siglato la rete decisiva contro la Fiorentina, ma Conte lo tiene sulla corda: «Nicolò sta crescendo perché anche lui come Sensi dopo l’infortunio di non poco conto, è inevitabile che abbia bisogno di giocare per ritrovare la gamba e rientrare nella nostra idea di calcio. Oggi ha fatto un’ottima partita sia nel centrocampo a due, sia davanti alla difesa. E’ un giocatore intelligente, un ragazzo con energia e forza nel tiro da fuori. Deve continuare su questi livelli e tornare ai livelli di prima».

SPERANZA – Per finire Conte spiega la scelta del tridente: «Sicuramente è stata una scelta forzata dal fatto che avevamo due soli centrocampisti a disposizione: Barella e Vecino. Vedremo in futuro perché anche Eriksen può ricoprire quel ruolo ma bisognerà lavorarci di più. Ieri al campo ho saputo delle cattive notizie di Borja Valero e Sensi e in un giorno abbiamo cambiato sistema. Quando è così devi sperare e accantonare l’idea di calcio per cui hai lavorato per sei mesi. Può essere un’opzione questo sistema ma bisogna lavorarci tanto».




© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.