Interviste

Conte: «Questa Inter sa quello che fa, in altri tempi avremmo perso»

Antonio Conte ha parlato ai microfoni di “Sky Sport” a pochi minuti del calcio d’inizio di Napoli-Inter 1-1, posticipo della trentunesima giornata del campionato di Serie A.

PENSARE AL PRESENTE – Conte non vuole pensare a dove potrà migliorare l’Inter, preferendo concentrarsi sul presente: «Noi in questo momento quello che dobbiamo fare è concentrarci sul presente. Sinceramente non sappiamo cosa accadrà, quali saranno i programmi, non sappiamo niente. Parlare di mercato secondo me non ha senso. Sono molto contento e orgoglioso di questo gruppo cresciuto in maniera importante. In altre situazioni questa partita la perdevamo, l’avemmo subita a livello psicologico. Oggi si è vista una squadra che sa quello che fa e quello che vuole. Che non perde mai la giusta via anche se accade qualcosa di sfortunato come il gol che abbiamo concesso. Per noi è troppo importante quello che stiamo facendo. Dobbiamo rimanere concentrati. Una volta che sarà finito tutto ci sarà tempo per capire e conoscere la situazione, in questo momento non abbiamo grandi conoscenze».

RISCHI CALCOLATI – Conte è soddisfatto per la squadra e non si preoccupa per i due punti persi dal Milan: «Mi ha reso felice il fatto che queste sono partite che in altre situazioni avremmo perso e ci saremmo abbattuti su quel gol. Invece la squadra ha reagito, la squadra c’è, conosce i propri mezzi e non perde mai la bussola e la fiducia. Affrontavamo un Napoli al completo e i miei pronostici a inizio anno erano per il Napoli una delle squadre da scudetto. E’ stata un’annata sfortunata per loro, ma penso che il Napoli sia una squadra forte. Venire qui e fare questo tipo di partita quando potevamo avere forse un po’ di fame in meno rispetto al Napoli che sta lottando per la Champions. Noi ci siamo costruiti anche la possibilità di giocarci qualche bonus. Abbiamo lavorato bene, il martello è entrato nel cervello dei calciatori, li vedo sul pezzo. Capiscono l’importanza del momento e di non concedere speranze a chi sta inseguendo. Oggi abbiamo lasciato due punti al Milan, ma penso che poteva essere messo in preventivo un pareggio».

LA CRESCITA DELLA SQUADRA – Conte è soddisfatto della crescita complessiva della squadra: «Già l’anno scorso dicevo che i successi passavano dalla crescita di ogni singolo giocatore sotto tanti aspetti e penso che sia avvenuto quest’anno. Ho trovato un gruppo di ragazzi che hanno dato grandissima disponibilità, erano loro i primi a volersi mettere in gioco e a lottare per vincere qualcosa. Io lo ripeto sempre, il successo personale, il gol, ma alla fine della carriera è bello vedere cosa hai vinto. Vincere ti certifica».

LA CRESCITA DI ERIKSEN – Conte parla della crescita di Eriksen: «La possibilità di lavorare con lui e che lui capisse che nel calcio esistono fase offensiva e difensiva. Ci ha messo un pochettino, abbiamo cercato in tutti i modi di inserirlo. Io penso che lui si stia esprimendo con buona continuità e sono convinto possa fare di più. Lo sa benissimo che sono lì a esortarlo perché ha qualità. Sta aumentando un pochino anche il tasso di aggressività e intensità. Questo sicuramente ci ha portato dei benefici».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh