IntervistePrimo Piano

Conte: “Primo tempo importante per noi, capita una cosa. Cambio Inter”

Conte si è presentato in sala stampa al Meazza dopo il derby da apoteosi, Inter-Milan 4-2. Questo il contenuto della conferenza dell’allenatore nerazzurro, dopo il memorabile posticipo della ventitreesima giornata di Serie A.

CONFERENZA CONTE – Questa la conferenza stampa di Antonio Conte nel post partita di Inter-Milan.

Cos’è successo nel primo tempo?

È stato importante il primo tempo per noi, perché abbiamo capito che comunque non tutte le partite vanno affrontate alla stessa maniera. Ci dev’essere testa oltre a cuore e gambe, questo non è successo e nel secondo tempo si è visto.

Conte, oggi ha parlato di scudetto. Ci crede di più adesso?

Sicuramente è un sogno, come per noi e per la Lazio. Lo può essere anche per Atalanta o Roma, stiamo parlando di un campionato stradominato negli anni da una squadra che ha strameritato per vincere. Ora c’è quantomeno un po’ di bagarre, dico che dipenderà tanto da noi. Ci dobbiamo far trovare pronti, abbiamo un ciclo di partite importanti iniziato da oggi. Ce ne sono ancora dieci: affrontiamo la Lazio, la Juventus, due volte il Napoli per un trofeo. Ci dobbiamo sedere a più tavoli possibili, perché quando uno ha fame si siede per cercare di mangiare da dove arriva. È giusto iniziare a mangiare, ci sarà questo ciclo di partite. Dopo questo secondo me noi potremo avere una visione molto più chiara di dove siamo, che cosa veramente possiamo fare. Però, detto questo, oggi complimenti ai giocatori perché hanno dimostrato veramente grande spirito, grande voglia di non darsi per vinti. Siamo contenti per i nostri tifosi, perché comunque non hanno mai smesso di incitarci. Meritano questa soddisfazione.

Come spiega i cambiamenti?

Partiamo dal presupposto che il primo responsabile del nostro primo tempo sono io. Mi devo assumere le responsabilità, anche perché sono io che preparo la partita insieme ai calciatori. È inevitabile che poi i calciatori vanno in campo e cercano di fare, diciamo che il primo tempo è stato molto importante per noi. A prescindere le partite sì vanno affrontate, ma non sempre nella stessa maniera. Bisogna rispettare i pregi dell’avversario e cercare di esaltare i difetti, forse nel primo tempo per mia colpa abbiamo sbagliato qualcosa. Siamo stati fin troppo arrembanti in fase di non possesso, cosa che poi qualcosina abbiamo cambiato nel secondo tempo. Lì abbiamo usato la testa, poi ci abbiamo messo il cuore e le gambe e siamo riusciti a ribaltare il risultato nella giusta maniera.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.