IntervistePrimo Piano

Conte: “Non va bene vedere sempre il bicchiere mezzo vuoto sull’Inter!”

Conte si è presentato in sala stampa al Rigamonti al termine di Brescia-Inter. Questo il contenuto della conferenza dell’allenatore nerazzurro, a seguito dell’anticipo della decima giornata di Serie A.

CONFERENZA CONTE – Questa la conferenza stampa di Antonio Conte nel post partita di Brescia-Inter.

Tre punti importantissimi, siete in testa alla classifica. Dal punto di vista della prestazione?

Contento, super contento. Non mi parlate di niente stasera, sono super contento. Ringrazio i ragazzi, sono stati eccezionali. Stasera se mi parlate di prestazione no, super contento dei tre punti e super contento di quello che hanno dato i ragazzi. Non era semplice, era la quarta partita in nove giorni per tutti loro, quindi non contento ma super contento della prestazione, super contento della sofferenza e super contento dei tre punti. Ce li prendiamo e ce li portiamo a casa belli cari cari e stretti stretti.

Ancora in gol Lautaro Martinez e Lukaku. La coppia migliora, fa gol ma si trovano anche meglio?

È una coppia che non soltanto fa gol, ma lavora tanto per la squadra. Stiamo parlando di nuovo di due giocatori che erano alla quarta partita in nove giorni, sia Lautaro Martinez sia Lukaku. Sto cercando, durante la partita, di farli riposare quei dieci o venti minuti a testa perché sono due attaccanti specifici per la nostra e mia idea di calcio. Anche Esposito oggi farlo entrare a dieci minuti dalla fine, in un momento sicuramente di difficoltà, non è stato semplice, ma questo dimostra la fiducia che riponiamo in questo ragazzo. Oggi è un’alternativa. Nelle difficoltà, che sono tante, continuiamo così. Adesso riposiamo, domani ho dato giorno libero ai ragazzi perché era giusto che staccassero un attimo e stesso un po’ con le famiglie. Ci ritroviamo giovedì per preparare un’altra partita, sabato contro il Bologna, poi martedì abbiamo un’altra partita col Borussia Dortmund. Speriamo di riuscire a recuperare alla causa qualche giocatore, in modo che ci sia possibilità di qualche alternativa. Per il resto va bene così, ripeto sono super contento e oggi sicuramente non potevo chiedere di più ai ragazzi.

Come ha visto il Brescia? Se ci fosse stato un portiere normale, e non un mostro come Handanovic, come sarebbe potuta finire questa partita?

Sinceramente non ho rivisto le azioni, in questo momento sinceramente non ho ben presente le situazioni. Handanovic è un buon portiere, è il nostro portiere quindi, come tutti, a volte fa meglio e a volte può fare peggio. Però è il nostro portiere, quindi ce lo teniamo lo stesso. Fa parte della squadra, se è in porta ci sarà un motivo. Il Brescia mi ha fatto sicuramente una buona impressione per lo spirito, per l’intensità e per la tenacia con cui hanno cercato di ribaltare il risultato, comunque quantomeno di pareggiare. Sicuramente Corini sta facendo un grandissimo lavoro, ha fatto un grandissimo lavoro l’anno scorso vincendo il campionato in una maniera bella ed entusiasmante. Lo sta facendo anche quest’anno, è uno dei tecnici più preparati e gli auguro il meglio.

Sensi, D’Ambrosio e Vecino. Chi ha possibilità più concrete per sabato?

Sinceramente non lo so. Stiamo monitorando ogni giorno la situazione. D’Ambrosio il problema è che ha una frattura, finché avverte dolore diventa difficile pensare di recuperarlo. Sta recuperando bene, speriamo che sia lui o lo stesso Vecino, che ha questo problema dove ha avuto un’infiammazione su una cicatrice vecchia. Non sappiamo, anche lui giorno per giorno lo monitoriamo così come Sensi. Abbiamo sicuramente lo staff medico che lavora molto bene, quindi io ho grande fiducia nel fatto che si possano recuperare questi tre giocatori, che per noi sono importanti.

Mister Conte, l’Inter finora ha vinto tutte le trasferte anche in situazioni difficili, come a Cagliari e Reggio Emilia, anche senza l’aiuto di San Siro. È una circostanza o una dimostrazione di carattere?

Il fatto che si sia sempre vinto in trasferta, su campi comunque non semplici come quello di oggi, dove altre squadre hanno sofferto in maniera importante, sta a significare che comunque di base c’è la predisposizione a giocare in casa come in trasferta. Oggi, ribadisco, è una vittoria molto importante perché sfido chiunque a venire a Brescia e giocare la quarta partita in nove giorni con gli stessi giocatori. Comunque siamo riusciti a portare a casa i tre punti in una situazione difficile. Fa parte anche questo di un percorso di crescita, avevo chiesto una prova di maturità dai ragazzi e ci siamo riusciti. Andare a parlare della prestazione mi sembra riduttivo e inopportuno per me, vedere sempre il bicchiere mezzo vuoto non va bene. Bisogna anche vederlo pieno, non bisogna essere pessimisti e vedere la cosa negativa. Anche io vedo sempre la cosa negativa per cercare di migliorarla, ma oggi non me la sento di trovare qualcosa su questi ragazzi. Non lo meritano assolutamente, detto questo recuperiamo perché ci dobbiamo preparare a questa trasferta insidiosissima di Bologna, così come quella di Dortmund, sperando di recuperare qualcuno. Per noi sarà importante dare un minimo di riposo.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.