Conte: “Forse niente di grave per de Vrij! Inter delusa ma è positivo”

Articolo di
23 Luglio 2020, 00:28
Conte Inter TV Conte Inter TV
Condividi questo articolo

Conte si è presentato a Inter TV dopo il brutto 0-0 di stasera in Inter-Fiorentina. Ecco il commento del tecnico dopo quanto avvenuto al Meazza in campo, anche sull’infortunio di de Vrij.

DELUSIONE A METÀAntonio Conte commenta Inter-Fiorentina a Inter TV: «Noi dobbiamo essere bravi a fare un’analisi. Sicuramente l’analisi mia della partita è totalmente positiva, perché comunque ho visto una squadra che ha corso sempre in avanti, ha avuto la giusta pressione e non ha avuto paura di avere duelli con cinquanta metri di campo. Abbiamo, penso, avuto una buona manovra e creato tante occasioni. Spesso è stato bravo il portiere loro, siamo stati imprecisi noi e ci sono stati dei pali. Abbiamo avuto la smania di vincere e rischiato in contropiede, però penso sia una prestazione positiva. Mi dispiace per i ragazzi, perché erano delusi e questo è positivo: significa che inizi ad avere qualcosa dentro, che ti avvicina al discorso di mentalità vincente».

INFORTUNIO – Conte parla di Stefan de Vrij, uscito al 23′ di Inter-Fiorentina: «Parlando col dottore a fine gara mi diceva che non dovrebbe essere niente di particolare. Il ragazzo ha avuto questa cosa, si è spaventato ed è dovuto uscire. Non dimentichiamo cos’ha fatto Andrea Ranocchia: era seduto in panchina, è entrato e si è fatto trovare presente. Complimenti a lui, perché è un ragazzo a posto e il lavoro sta pagando, sta facendo grandissime cose».

OBIETTIVI – Conte chiude l’analisi di Inter-Fiorentina: «È inevitabile che ci sia delusione. Ogni partita dev’essere giocata con un solo obiettivo: vincere, ottenere i tre punti. Questo dev’essere il nostro obiettivo, possibilmente dobbiamo vincere attraverso il gioco, l’intensità e le cose buone da fare in campo. È inevitabile che ci sia voglia da parte nostra di arrivare quanto più in alto possibile, però al tempo stesso a me interessa chi vince, chi arriva primo. È importante oggi parlare di Champions League, perché secondo, terzo e quarto posto danno la possibilità di giocarla, un traguardo importante per tutte le società. Però non mi ricordo squadre che sono arrivate seconde o terze che sono rimaste impresse nella storia».




© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.