Interviste

Conte: “Inter, tante cose positive! Qualcuno abbia voglia di darle risalto”

Conte si è fermato a parlare con Inter TV al termine di SPAL-Inter 0-4. Ecco il commento del tecnico dopo la vittoria che ha reso ufficiale il secondo posto in solitaria in Serie A.

PIAZZA D’ONOREAntonio Conte commenta SPAL-Inter per Inter TV: «Queste sono le tipiche partite dove, comunque, tu hai tutto da perdere. Noi, sinceramente, oggi avevamo una chance troppo importante: il fatto di poter chiudere comunque il discorso Champions League con cinque giornate d’anticipo, di riproporci al secondo posto e avvicinare chi c’è davanti tornando a -6 a cinque giornate dalla fine. Era una chance da sfruttare, altre volte purtroppo avevamo fallito questo tipo di situazioni, quindi da parte dei ragazzi sono contento perché c’è stato uno step. Hanno affrontato la gara con grande piglio, ricordiamo che la maggior parte avevano giocato la partita col Torino. Cose positive, di questo sono contento perché i ragazzi meritano di raccogliere i frutti del lavoro».

IN CRESCITA? – Per Conte l’Inter non vuole mollare: «Sinceramente io penso che quello che è cambiato è un po’ il risultato. Tante volte, quando non c’è la vittoria, i giudizi poi diventano negativi. Invece col Verona avevamo fatto una gara secondo me di spessore, a livello di intensità. Io ho visto i dati fisici e le due squadre hanno percorso in media undici chilometri. È difficile trovare questo tipo di situazioni: il Verona sappiamo che sta mettendo in difficoltà tutte le squadre. Da parte mia c’era e c’è ottimismo, perché il lavoro che stiamo facendo secondo me è importante. Sta dando dei frutti anche a livello di statistiche, perché è aumentato in maniera importante il possesso palla e l’indice di pericolosità da parte nostra. Forse rischiamo qualcosina in più rispetto al passato, però è una squadra che crea tante occasioni da gol e sta segnando tanto. Abbiamo anche la miglior difesa, in più abbiamo portato diciotto giocatori diversi al gol. Significa che comunque attacchiamo con tanti giocatori diversi».

NUMERI POSITIVI – Conte nell’analisi di SPAL-Inter dà altri dati: «Sicuramente c’è sempre da migliorare. Anche stasera abbiamo avuto, secondo me, diverse situazioni che potevamo sfruttare meglio e fare anche più gol. Però, ripeto, bisogna essere soddisfatti perché queste sono partite scritte facili solamente sulla carta. Poi le partite le devi vincere: abbiamo dato dimostrazione che questa è una squadra che sta bene. Bisognerà recuperare e fare valutazioni, infatti ho preferito rimanere qui a dormire a Ferrara perché dopo Verona eravamo tornati alle 4 di notte. Giocare domenica alle 21.45 significa mettere alla prova tutto, mi auguro anche per la prossima partita di poter recuperare Nicolò Barella, speriamo di riavere anche Romelu Lukaku. Stefano Sensi si sta avvicinando al pieno recupero, Victor Moses non l’ho voluto rischiare ma sta bene».

GLI ESTERNI – Conte chiude: «Cristiano Biraghi oggi ha fatto una grande partita, ma a tutti quanti ho poco da dire. Borja Valero, nelle precedenti due partite, è stato il migliore in campo, Alexis Sanchez sta facendo cose importanti e sta diventando un punto di riferimento. Anche Andrea Ranocchia oggi ha fatto una partita importante: riuscre a coinvolgere e avere risposte da parte di tutte credo sia la più grande soddisfazione per un allenatore. Gli esterni? Sono contento, alla fine tante azioni le proviamo e dovrebbero accadere in ogni partita. Sono anche molto contento che c’è stato l’esordio di Lorenzo Pirola, un ragazzo di diciassette anni che è un prospetto importante per l’Inter, se rimane con i piedi per terra, così come Sebastiano Esposito e Lucien Agoumé. Penso ci siano tante cose positive, bisogna avere la voglia da parte di qualcuno di metterle in risalto».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button