IntervistePrimo Piano

Conte: «Inter prima? Punto di partenza! Perisic come Eriksen»

Conte ha appena concluso la conferenza stampa post partita di Inter-Lazio 3-1. Ecco le risposte date dal tecnico ai giornalisti presenti al Meazza dopo il posticipo della ventiduesima giornata di Serie A, valso il primo posto in classifica.

CONFERENZA CONTE – Questa la conferenza stampa di Antonio Conte nel post partita di Inter-Lazio.

Quanto entusiasmo c’è per il primato in classifica?

Sicuramente questo deve portare entusiasmo. Comunque noi sappiamo il lavoro che stiamo facendo, che abbaimo fatto e che dobbiamo fare. Detto questo dev’essere un punto di partenza, non certo di arrivo. Abbiamo l’ambizione di voler lottare per traguardi importanti, anche perché penso che chi fa l’allenatore e gioca per una squadra come l’Inter, vista la storia e l’ambizione, deve puntare sempre al massimo traguardo. A volte ci riusciamo e altre meno, ma penso che questo lo stiamo facendo dall’anno scorso. L’obiettivo è rendere comunque orgogliosi i nostri tifosi e dare tutto in campo.

A che punto è il processo di crescita e di inserimento di Eriksen? Secondo Conte è stata la sua miglior prestazione?

Per quello che riguarda Eriksen, nell’esperienza precedente, ha giocato in diversi ruoli. Sia da trequartista sia da interno, a volte durante la partita anche come secondo centrocampista. Come ho detto in passato secondo me Christian c’è voluto un po’ di tempo per ambientarsi, per capire anche il calcio italiano che non è semplice, perché è molto tattico. Ci sono due fasi: bisogna essere molto attenti sia nella fase offensiva sia in quella difensiva. È entrato dentro la mentalità italiana, inizia a capire la lingua: questi sono step di crescita, è inevitabile che ci siano benefici in campo. Il fatto di poter contare su di lui nelle mie scelte mi lascia un po’ più sereno, visto anche quello che abbiamo dovuto fare.

Perisic ha fatto una prestazione molto attenta in fase difensiva. Ormai è pronto per essere un esterno a tutta fascia contro qualsiasi avversario?

Anche per Ivan vale lo stesso discorso. Con lui abbiamo dovuto lavorare con pazienza certosina, anche perché nasce esterno d’attacco. Complimenti a lui: è venuto con grande umiltà, voglia di mettersi a disposizione e giocare per questi colori. Sta facendo molto bene, è un ragazzo che ha qualità importanti: fisiche impressionanti, anche tecniche e ha destro e sinistro. Secondo me deve credere di più in lui: ha tutto per fare grandi cose in questo ruolo. Anche qui avere un’opzione in più, oltre Young, Darmian e Hakimi, sicuramente in questo momento inizia a renderci più tranquilli e respirare. Il lavoro ci ha portati a implementare la rosa, sfruttando le risorse interne.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh