IntervistePrimo Piano

Conte: “Inter aveva obbligo di vittoria. Eriksen? Anche lui sia più cattivo!”

Conte si è presentato in sala stampa al Meazza per la consueta conferenza post partita, che prosegue anche nonostante le restrizioni. Il tecnico ha commentato quanto avvenuto poco fa in Inter-Sampdoria, col successo per 2-1.

CONFERENZA CONTE – Questa la conferenza stampa di Antonio Conte nel post partita di Inter-Sampdoria.

Si può dire che è iniziata la rimonta dell’Inter questa sera?

Noi, questa sera, avevamo l’obbligo della vittoria. Vincendo tornavi comunque a sei punti dalla vetta della classifica, potevi mantenere alimentate le speranze comunque in dodici partite di fare qualcosa di straordinario. L’abbiamo fatto, potevamo stare un po’ più sereni se avessimo sfruttato le occasioni che abbiamo creato. Invece, alla prima occasione di calcio d’angolo nel secondo tempo, abbiamo preso gol e siamo andati in affanno. Potevamo segnare di più ma bene, i ragazzi hanno fatto una buona partita. Iniziamo questo tour de force sapendo che abbiamo bisogno di tutti e che possiamo fare cose importanti.

Cosa serve per evitare di riaprire gare già chiuse come questa?

Secondo me più che condizione è un problema di andare in affanno. Quando hai le occasioni le devi capitalizzare, così come è successo a Napoli dove c’è stata l’eliminazione. Oggi potevamo fare più gol, anche a inizio secondo tempo abbiamo sprecato due occasioni. Poi abbiamo preso gol e siamo andati in affanno, anche se abbiamo avuto occasioni per riportare il risultato in maniera serena. Però bene così: i ragazzi mi hanno soddisfatto, possiamo e dobbiamo continuare a utilizzare questo tipo di soluzioni, anche nuove, sia in fase di possesso sia di non possesso. Speriamo di recuperare quanto prima tutti i giocatori a disposizione.

Dicendo di essere migliori di prima dello stop intendevi Eriksen?

Abbiamo dovuto lavorare con lui. Chiaramente c’è stato più tempo per lavorare, sia dal punto di vista tattico sia fisico. Oggi è un giocatore inserito nell’ingranaggio Inter, ma anche lui deve diventare più cattivo: ha avuto occasioni per fare gol e deve farlo. Sono contento della sua prestazione e della squadra, sapendo che fra due giorni rigiocheremo e saranno tre punti vitali. Comunque in queste partite, se vuoi pensare e alimentare qualcosa di straordinario, devi vincere: non ci sono altre soluzioni.

Per Conte l’Inter è di nuovo in corsa per il titolo?

Non è una questione del genere. Abbiamo lavorato, in maniera importante, per fare un finale di campionato nel migliore dei modi. Siamo a sei punti a dodici minuti dalla fine, non ci sarà spazio per sbagliare. Chi sta davanti, Juventus e Lazio, ha la possibilità di sbagliare, noi no. Per questo motivo dobbiamo assolutamente trovare una ferocia e una cattiveria sotto porta: quando abbiamo le occasioni dobbiamo chiudere le partite. Se sei tranquillo riposi con la palla, non devi rischiare di arrivare al 95′ e subire un altro angolo.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.