Conte: “Inter più imprevedibile ma manca una cosa. Fatto calcio totale”

Articolo di
14 Giugno 2020, 00:08
Conte Inter TV
Condividi questo articolo

Conte ha parlato a Inter TV nel post partita di Napoli-Inter, ritorno delle semifinali di Coppa Italia. Questo il commento dell’allenatore nerazzurro dopo la ripresa del calcio italiano, che purtroppo non ha portato la finale contro la Juventus.

IL COMMENTO DEL TECNICOAntonio Conte analizza Napoli-Inter su Inter TV: «Sicuramente sono soddisfatto del tipo di partita che abbiamo giocato, e di come l’abbiamo interpretata. È questo il tipo di calcio che vogliamo fare e su cui stiamo lavorando: una squadra molto aggressiva che, in fase di non possesso, vuole dominare il gioco. Penso che oggi l’abbiamo fatto, quindi mi porto dietro l’amarezza di non fare la finale. Secondo me, nelle due partite, avremmo meritato: sinceramente. Dispiace, però al tempo stesso dobbiamo prendere le cose positive, e ce ne sono tante, per capire che dobbiamo continuare a crescere e ad avere quella cattiveria e quella voglia di fare gol. Noi oggi abbiamo creato tantissime occasioni, lasciamo stare che il portiere migliore in campo ha fatto delle parate strepitose. Noi dobbiamo crescere e fare ancora questo step, perché se abbiamo l’ambizione di voler lottare per vincere dobbiamo farlo».

UNA CRESCITA SI VEDE – Conte prosegue parlando di Christian Eriksen e del centrocampo: «Sono molto soddisfatto. Abbiamo avuto comunque l’opportunità di migliorare e cercare di creare un abito su misura per mettere i giocatori nelle migliori condizioni. Eriksen ha lavorato sia dal punto di vista tattico sia dal punto di vista fisico, è bravo a giocare in quella posizione. Anche Stefano Sensi può farlo, con due centrocampisti che si possono inserire. Mi è piaciuta anche la partecipazione offensiva dei centrali: abbiamo fatto un calcio totale, portando diversi giocatori ad attaccare. Mi spiace per il risultato e per la mancata qualificazione alla finale: l’avrebbero meritato i ragazzi, però prendiamo questa rabbia e trasformiamola in maniera positiva, cercando di alzare ancora la nostra ambizione».

LA MANCANZA – Conte insiste sulla mancanza di cattiveria: «Così siamo molto più imprevedibili, si attacca con tanti uomini. Ma, al tempo stesso, dobbiamo essere bravi a non perdere l’equilibrio. È giusto attaccare con tanti uomini ma senza prendere ripartenze: sicuramente nel gol che abbiamo preso abbiamo commesso delle leggerezze. Non le dobbiamo fare, ci lavoreremo. Noi battiamo un calcio d’angolo e le posizioni sono giuste, gira un po’ il pallone e tiriamo in porta. Abbiamo perso le posizioni, David Ospina è stato bravo non solo a parare ma anche a fare l’assist per la ripartenza e abbiamo subito gol. Ci deve dispiacere, ma dobbiamo sapere che la strada intrapresa è quella giusta. Dobbiamo fare questo tipo di calcio, che trasmetta passione».

I CAMBI – Conte è soddisfatto per la possibilità di fare cinque cambi: «Da questo punto di vista ero molto sereno. I ragazzi hanno lavorato bene, adesso a differenza di prima c’è anche la possibilità di utilizzare giocatori che quest’anno, nei primi sette mesi, erano infortunati. Abbiamo avuto degli infortuni traumatici, che hanno tenuto fuori diversi giocatori. Adesso sono tutti a disposizione: mi fa piacere, perché mi permetterà in questo periodo di poter ruotare. Non deve cambiare assolutamente niente, perché quello che facciamo in allenamento lo sanno tutti e lo devono riportare sul campo».


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE